Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Caso elezioni, ormai è psicosi. Scatta l'appello ai "non votanti"

Il Comune di Cassino in piazza De Gasperi

0

Bufera elezioni, ormai è psicosi. Scatta l'appello ai "non votanti"

Cassino

«Voglia di legalità». Non solo sui social, dove viene scritto a chiare note, ma anche sulla piazza reale. L’incubo dei “brogli” elettorali non fa dormire sonni tranquilli a parecchi e gli elettori vogliono capire se la democrazia sia stata realmente minata oppure no. Così è partito un vero e proprio appello: «Andate all’ufficio elettorale a vedere se risultate tra i votanti», scrivono su una pagina Fb, invitando chi non si è recato al seggio il 5 giugno a raggiungere il “palazzo nuovo” del Comune, o eventualmente gli stessi inquirenti, per verificare se effettivamente risulti non votante oppure votante!

Un modo per aiutare la magistratura che ha dato mandato ai carabinieri di visionare 23.223 schede più i verbali e il materiale documentale di 33 sezioni, trenta compresa. Sì perché anche nel “seggio che scotta” le indagini non sarebbero certo concluse. Le oltre dieci “schede contraffatte” potrebbero non essere le uniche ed eventuali e ulteriori incongruenze potrebbero essere al vaglio degli inquirenti. Gli stessi che, venerdì scorso, hanno notificato due avvisi di garanzia a presidente e segretario della 30 mentre resta ancora “segreto” il nome del candidato consigliere non eletto che avrebbe beneficiato del presunto magheggio.

A S. Angelo, dove parecchi residenti hanno già detto ai militari di non essersi mai recati alle urne pur risultando tra gli elettori sotto la dicitura “persona conosciuta”, la gente mormora e l’indignazione ha raggiunto livelli superiori a qualsiasi altro angolo urbano. Intanto sulla piazza virtuale non si spegne mai il discorso. Rappresentanti di lista, avvocati, cittadini - ma nessun politico parla più - tutti si scambiano informazioni e parecchi denunciano anomalie giurando di voler varcare le soglie del palazzo di Giustizia. «Ho la sensazione che sia la punta di un icerberg»: uno dei commenti. «Sicuramente è uno dei capitoli più oscuri della città», una risposta.

Ma a tenere banco sono gli appelli a verificare le posizioni dei “non votanti”. L’invito è diretto a loro ma anche a congiunti che siano a conoscenza di questa posizione:«Andate a vedere se qualcuno ha votato al posto vostro». Intanto per oggi sono attese importanti novità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400