Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Titolare di un'agenziadi scommesse scappa con i soldi delle giocate
0

Titolare di un'agenzia di scommesse scappa con i soldi delle giocate

Frosinone

Hanno vinto alle scommesse, ma ora non possono incassare le vincite. È la disavventura di un gruppo di scommettitori frusinati beffati, per ora, da un’agenzia che, improvvisamente, ha chiuso i battenti. Un cartello che giustifica la chiusura per motivi tecnici all’inizio non ha messo in allarme i vincitori, alcuni dei quali devono riscuotere anche grosse somme, con singole giocate vincenti per sei, sette ma anche diecimila euro.

Chi deve riscuotere con il passare dei giorni, visto anche che il titolare dell’agenzia, un 45ernne del capoluogo non risponde più neanche al telefono, ha cominciato ad allarmarsi sempre di più. Ma soprattutto ha iniziato a temere di aver incassato una bella fregatura e di non poter più riscuotere le vincite. Tra i clienti beffati, appassionati sportivi che non disdegnano di puntare sulle sorti sportive del Frosinone come della Juventus o del Real Madrid, c’è stato il passaparola. Tutti a chieder chi e se era riuscito a ottenere il pagamento di qualche “bolletta” vincente.

Così alcuni hanno deciso di passare al contrattacco, incaricando un legale di seguir la pratica. In questi giorni è stata formalizzata una denuncia a carico del titolare dell’agenzia. Si tratta del concessionario di una società del settore delle scommesse, la cui casa madre risulta tra i beffati. Infatti, stando a quanto emerso, l’uomo non solo avrebbe dovuto pagare i clienti vincitori delle giocate, ma avrebbe anche dovuto riversare nei confronti del concessionario le somme pattuite dal contratto che lo legittimava all’utilizzo del marchio. Una controversia che rischia di allungarsi. Sul caso ha cominciato a indagare la procura di Frosinone per un’ipotesi di reato di appropriazione indebita.

Non è escluso che, con il passare del tempo, anche qualcun altro possa decidere di presentare una denuncia nel tentativo di poter recuperare qualcosa. Altri, infatti, hanno rinunciato in partenza. Non manca, invece, chi si è rivolto direttamente alla casa madre, senza comunque ottenere - almeno a sentirlo - risposte soddisfacenti. Facile immaginare la reazione di quanti, magari puntando anche grosse somme di denaro, prima avevano assaporato di aver centrato delle vincite consistenti e poi hanno dovuto fare i conti con l’amarezza di dover dire addio a qualche migliaia di euro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400