Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









L'isola ecologica diventerà presto realtà

Una veduta di Veroli

0

L'isola ecologica diventerà presto realtà

Veroli

L’isola ecologica si farà ma con i soldi della Provincia. La Giunta ha già approvato i progetti richiesti dal bando provinciale per la concessione di fondi da destinare al miglioramento del servizio ambientale: 380 mila euro è la somma che serve alla città ernica per il potenziamento della raccolta differenziata. L’isola ecologica diventa realtà.

Un investimento oneroso, ma indispensabile che il Comune spera di poter affrontare grazie all’aiuto della Provincia che, di fatto, ha approvato il bando per la concessione di contributi agli enti che ne faranno richiesta per la realizzazione e il completamento dei centri di raccolta dei rifiuti differenziati ed interventi per il potenziamento del servizio di raccolta differenziata. Una manna dal cielo invocata dall’amministrazione Cretaro che ha già approvato un progetto preliminare per la realizzazione dell’isola ecologica e uno definitivo per l’acquisto di mezzi e attrezzature (due furgonati multifunzione) per una spesa totale di 380.000 euro (80.000 euro da spendere solo per l’acquisto di mezzi e attrezzature), con la compartecipazione comunale del 10%.

«Propedeutica alla richiesta dei fondi –ha spiegato l’assessore all’Ambiente Alessandro Viglianti- era appunto l’approvazione in Giunta di un progetto per l’isola e di un secondo progetto per l’acquisto di mezzi e attrezzature. Il primo step è andato, ora siamo in attesa dell’esito del bando. Dove sorgerà il nuovo centro di raccolta non è certo importante, quello che conta è invece l’arrivo dei finanziamenti che ci permetteranno di realizzarne almeno uno. Le percentuali di raccolta attuali sono pari ai dati di qualche anno fa (60% più le compostiere), con l’isola si avrebbero quei 5-10 punti in più necessari a migliorare il servizio e a risparmiare sui costi di conferimento e smaltimento. Il nostro obiettivo è proprio questo. Speriamo di essere arrivati al capolinea e di avere buone possibilità di entrare in graduatoria».

Finanziamenti che, qualora non dovessero arrivare, non scoraggeranno certo il Comune che ha già preso contatti con la Regione Lazio per un altro bando che verrà presto pubblicato. Nell’uno o nell’altro caso, si spera solo di non dover batter cassa in casa propria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400