Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Lascia le figlie, di cui una gravemente malata, al buio e senza cibo

Tribunale di Cassino

0

Lascia le figlie, di cui una gravemente malata, al buio e senza cibo

Cassinate

Non paga gli alimenti alle figlie e accusa la moglie di tradimento. Per questo un uomo del Cassinate ha abbandonato la casa coniugale e ha deciso di non prendersi più cura delle sue tre figlie. Potrebbe sembrare un caso come tanti, ma c’è da dire che una delle tre bambine è affetta da una grave forma di autismo che la rende invalida e bisognosa di attenzioni costanti.

La mamma delle bambine è riuscita a far fronte alle esigenze delle piccole fino a qualche mese fa, ma è ormai da luglio che dal padre non arriva più un euro e per la donna è diventato impossibile pagare affitto e bollette. Così la signora adesso è costretta a chiedere sostegno alle associazioni locali, la prima a scendere in campo è stata la Misericordia che ha offerto beni alimentari e mobilio. Ma ora inizia ad essere difficile anche per l’associazione riuscire a sostenere questa situazione e per la donna e le sue figlie è iniziato un vero e proprio calvario.

L’uomo oltre ad averle abbandonate e ad averle lasciate senza soldi, ha trovato una nuova compagna, madre a sua volta. Quindi la sua ex, colpevole di questo presunto tradimento mai dimostrato, si è ritrovata sola e abbandonata, non avendo neanche la famiglia accanto. Per ragioni logistiche e per essere aiutata a crescere le sue figlie nel migliore dei modi la donna ha chiamato in aiuto la madre, creando un altro motivo di attrito con il suo ex che avrebbe dichiarato che i soldi per mantenere la sua ex suocera non li vorrebbe dare.

Peccato però che quei soldi che non vuole versare alla sua ex non sarebbero destinati né al mantenimento della donna, né tantomeno a quello della ex suocera, ma alle esigenze di quelle tre creature che anni fa, quando ancora si amavano, sono state messe al mondo. L’associazione che si è occupata della signora, alla quale ora hanno staccato la corrente elettrica, non può più far fronte all’emergenza e adesso l’ultima parola spetta al giudice del Tribunale di Cassino.

Lui fa dei lavori saltuari ma ha annunciato in udienza, presieduta dal dottor Ghionne, che sta per essere assunto da una società di servizi del territorio ha aggiunto che per dispetto vuole vedere la sua ex impiccata ad un palo. Una storia molto oscura che ha scatenato un vero e proprio delirio nell’aula dove l’avvocato Angela Caprio, rappresentante legale della signora, ha cercato di spiegare le immense difficoltà vissute quotidianamente dalla sua assistita che non può allontanarsi da casa per cercare un lavoro. Ora si attende l’ultima parola della legge. Nel frattempo la donna si è rivolta al Comune e alle associazioni locali per riuscire ad andare avanti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400