Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Un rombo per l'addio a Mario Battisti: ieri i funerali del 59enne. Malore per la vedova
0

Un rombo per l'addio a Mario Battisti: ieri i funerali del 59enne. Malore per la vedova

Ceprano

In prima linea tanti motociclisti, commossi, a dare l'estremo saluto a Mario Battisti, il centauro tragicamente deceduto nell’incidente stradale di domenica mattina sulla provinciale Ceprano-Isoletta d'Arce. Ieri pomeriggio, davanti alla chiesa di San Rocco erano parcheggiate decine di moto e poi c'erano gli amici di Mario, tutti appassionati delle due ruote, che hanno voluto portare a spalla il feretro all'interno della chiesa.

La cerimonia funebre è stata celebrata con ritardo a causa del malore che ha colpito la signora Teresa, la moglie del muratore scomparso. È intervenuta l'ambulanza, gli operatori del 118 l’hanno soccorsa. Poco dopo si è ripresa ed è potuta entrare in chiesa per la cerimonia funebre. Sconvolta, straziata dal dolore la donna che, da domenica scorsa, con i suoi tre figli, sta vivendo l'incubo dell'improvvisa scomparsa di Mario. Un uomo in salute, che a 59 anni lavorava, curava la sua passione per la moto ed era pieno di vita, quella vita purtroppo spezzata all'improvviso, tragicamente sulla regionale 82 Valle del Liri.

In molti hanno partecipato alle esequie, tanta gente di Ceprano, Arce e San Giovanni Incarico, conoscenti, parenti e amici o semplicemente concittadini colpiti dalla tragedia. Nei giorni scorsi è stata effettuata l'autopsia sulla salma del muratore, sono stati nominati i periti ed i legali che si occuperanno della ricostruzione cinematica e dei dettagli dell'incidente. Un mazzo di fiori vicino al palo sulla regionale Valle del Liri posto all'incrocio con via Valle Toniche da cui proveniva l'auto coinvolta nell'incidente è stato depositato nei giorni scorsi e lì, durante il giorno, si fermano molti motociclisti a salutare il loro compagno scomparso.

La provinciale purtroppo è tristemente segnata in più punti da mazzi di fiori che ricordano tragici incidenti, le morti di giovani e adulti, in automobile, scooter o in motocicletta che hanno macchiato di sangue la trafficata arteria. Purtroppo l'elenco delle vittime della strada si allunga sempre più, le famiglie coinvolte vengono distrutte dal dolore, le perdite dei loro cari lasciano vuoti incolmabili, diventa davvero difficile rassegnarsi al destino crudele dopo essersi visto strappare via un marito o un padre. Il ricordo di Mario Battisti resterà per sempre vivo a Ceprano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400