Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Neonata morta, disposta l'autopsia. E la Procura sequestra la cartella clinica

L'ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone

0

Furti in ospedale, presa l'Arsenio Lupin delle corsie: è una dipendente del nosocomio

Frosinone

Arrestata in flagranza. In ospedale dove lavora. Con l’accusa di aver derubato una paziente. Camuffati tra la gente, in attesa di un trattamento sanitario, ieri all’ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone c’erano anche gli agenti della squadra mobile.
Un’operazione durata una manciata di secondi. Giusto il tempo di attendere che il fatto si compisse. Ma che era stata preparata da tempo nell’ambito di un’indagine partita a seguito di alcune denunce di furti avvenuti nelle corsie della struttura sanitaria. 

Troppo sospetti quei furti, tanto da fare destare più di qualche dubbio. Ecco allora che gli agenti della questura hanno deciso
di vederci chiaro. Con tanto di telecamere si sono appostati aspettando il momento giusto per intervenire, ma soprattutto
per stroncare un fenomeno che stava diventando preoccupante. Per i pazienti, già provati dal doversi sottoporre alle visite, da
una condizione di salute precaria, c’era anche la beffa di tornare a casa senza più il portafogli o altre cose preziose custodite nelle borse. E con tutto ciò che un fatto del genere può procurare oltre alla perdita economica. Compresa la noia di dover presentare denuncia, chiedere il duplicato dei vari documenti sottratti e delle carte di credito, che vanno subito bloccate per evitare ulteriori ammanchi di denaro.


Ecco allora che la trappola è scattata ieri mattina. Gli agenti dopo aver constatato il colpo si sono rivolti prima alla derubata.
L’hanno avvicinata e le hanno chiesto: “Signora, le manca qualcosa?”. Colta un po’ alla sprovvista la vittima del furto ha tentennato, poi ha messo mano alla borsetta e ha scoperto che mancava il portafoglio. Era stata derubata mentre stava effettuando una terapia. Gli agenti a quel punto si sono rivolti all’altra donna e le hanno contestato il furto. Quest’ultima,
una dipendente dell’ospedale, è finita agli arresti domiciliari. Domani dovrebbe comparire davanti al giudice per la
convalida del provvedimento alla presenza degli avvocati Giuseppe Spaziani e Claudia Padovani. 

Ora, però, scattano ulteriori accertamenti. Obiettivo delle indagini è verificare se gli altri furti che si sono verificati nello stesso
reparto negli ultimi tempi siano riconducibili alla stessa persona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400