Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Escalation di furti in centro, verifica sulle telecamere
0

Escalation di furti in centro, verifica sulle telecamere

Ferentino

Data di attivazione e funzionamento di tutte le telecamere della videosorveglianza dislocate sul territorio comunale e copia del certificato di collaudo. È quanto chiede al sindaco Antonio Pompeo e al presidente del consiglio comunale, Maurizio Berretta, capogruppo e consigliere comunale per DemocraticaMente. Un’interrogazione a risposta scritta e urgente entro dieci giorni.

Dopo gli ultimi furti ai danni di abitazioni del territorio e attività commerciali, il consigliere di opposizione batte i pugni e chiede interventi, sottolineando che: «Il problema della sicurezza è fortemente sentito e deve essere affrontato in una ottica di crescita sociale e inclusione ferma restando l’azione decisa per bloccare ogni forma di illegalità in sinergia con tutte le forze dell’ordine e le istituzioni. Visti i numerosi episodi di criminalità, in particolare furti nelle abitazioni e di autovetture, che hanno interessato il territorio comunale con particolare intensità in questo ultimo periodo, ed in più di qualche caso anche a ridosso di telecamere di video sorveglianza comunale; considerato che già dalla precedente amministrazione comunale, l’allora Giunta ha provveduto a rendere funzionale un impianto di videosorveglianza, negli ultimi anni ampliato, chiedo delucidazioni al sindaco».

Berretta chiede la copia del certificato di collaudo delle telecamere e la data di attivazione e funzionamento. «Si chiede inoltre, ai sensi dell’articolo 35 del regolamento del consiglio comunale e degli altri organi istituzionali, risposta scritta e urgente entro i dieci giorni previsti».

L’intervento del consigliere fa eco a numerose richieste di cittadini che chiedono azioni concrete per contrastare i furti sul territorio. Ladri in azione in pieno giorno nel centro storico nei giorni scorsi. Colpi messi a segno in diverse abitazioni, rubati oggetti in oro e stanze messe a soqquadro. Sull’accaduto indagano i carabinieri per cercare di dare un nome e un volto ai responsabili. I banditi approfittando dell’assenza dei proprietari hanno fatto irruzione sabato in alcune case in via Scattuccio Codarda e in Viale Bartoli.

Nei giorni scorsi è stata presa di mira l’azienda “Logos Prefabbricati Srl” lungo l’asse attrezzato. Dopo aver tagliato la rete di recinzione, i banditi si sono avvicinati ad uno dei fabbricati e utilizzando una scala sono arrivati all’altezza di una delle finestre. Rotto il vetro sono così entrati nell’area ed hanno iniziato la loro azione criminale. Nel raid hanno rubato materiali edili e poi hanno asportato del gasolio dalla cisterna presente nell’area, utilizzata per rifornire i mezzi dell’azienda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400