Secchiate d'acqua, insulti e aggressioni verbali. Poi, si è passati anche all’aggressione con un’ascia e la situazione ha rischiato di degenerare. Da più di due anni, un medico di base di Arce vive l'impossibile situazione di doversi confrontare con un anziano che abita al piano superiore del suo studio medico, convinto che nell’ambulatorio dove riceve malati di ogni età vi sia una sorta di discoteca.

(Ampio servizio nell'edizione di oggi 31 agosto)