Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Virginia punta sul prof di Veroli: Alessandro Gennaro futuro assessore
0

Virginia Raggi punta sul prof di Veroli: Alessandro Gennaro futuro assessore

La Giunta

Non servirà a ricucire la ferita aperta con il no alle Olimpiadi che le province hanno interpretato, di fatto, come una dichiarazione di guerra. E neanche a sostenere che la Ciociaria è più vicina a Roma di quanto si pensi. Ma, almeno, a dimostrare che i ciociari doc, quelli che valgono, sotto i riflettori e le telecamere ci finiscono lo stesso. Per l’impolverato e troppo spesso sepolto criterio che risponde al nome di meritocrazia.

Manca solo l’ufficialità, che probabilmente si avrà la settimana prossima, ma ormai il suo ingresso nella giunta Raggi sembra cosa fatta: Alessandro Gennaro, classe 1977, commercialista e docente universitario alla Sapienza di Roma, sarà il nuovo assessore alle Società partecipate del Comune di Roma. Come a dire: scenderà dalla scala santa di Veroli per salire quella più ripida del Comune capitolino. La sindaca grillina, infatti, ha deciso di separare le due deleghe: il Bilancio sarà affidato all’ex dirigente del Ministero dell’Economia e già consigliere della corte dei Conti, Salvatore Tutino.

Un ciociaro con la Raggi

Alessandro Gennaro è un verolano doc, figlio di Lucio, uno stimato dottore che abita nel centro storico della città ernica e nipote del direttore artistico di “Ernica Etnica”, Giuseppe. Un giovane di 39 anni con un curriculum di tutto rispetto: una laurea in Economia aziendale alla “Sapienza” con tanto di specializzazione nei finanziamenti alle imprese in Europa; iscritto all’Albo dei commercialisti ed esperti contabili di Frosinone dal 2009 e al registro dei revisori legali; l’abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di professore universitario e con alle spalle un bel numero di pubblicazioni scientifiche, oltre che interventi a master e convegni. Se la sua designazione si trasformerà, come è prevedibile, in un incarico ufficiale, Gennaro avrà tra le mani uno dei capitoli più delicati e scottanti della gestione capitolina: poco meno di una ventina di società partecipate, tra cui Ama e Atac.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400