Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Rissa tra questuanti in centro dopo l'accoltellamento

Polizia di Stato all'opera

0

Rissa tra questuanti in centro dopo l'accoltellamento

Cassino

Una rissa, in pieno centro, di sabato mattina. Impossibile che le grida e le minacce tra due stranieri non attirassero l’attenzione dei numerosi presenti tanto da far temere il peggio e da allertare le forze di polizia. Un cittadino, impaurito da gesti e paroloni, ha subito composto il numero della Polizia e gli agenti del Commissariato di Cassino sono giunti immediatamente sul posto dove hanno diviso i due, tra l’altro parenti.

Si tratta di rumeni, habitué delle parrocchie dove ogni mattina si posizionano per chiedere l’elemosina. Tra i due covavano rancori dalla sera precedente. La lite infatti era iniziata a Caserta intorno alle 2 della notte. Tra il cinquantaduenne e il quarantenne, presumibilmente ubriachi, era già scattata la scintilla dello scontro, tant’è che in piazza Garibaldi dalle parole si era passati ai fatti. Il più anziano dei due, esasperato dalla virulenta discussione, aveva estratto un taglierino e lo aveva colpito al collo. Un taglio alla gola con conseguente sanguinamento ma nessun ricorso, stando alla ricostruzione delle forze dell’ordine, alle cure ospedaliere della zona.

Poi, di buon mattino, ognuno dei due è salito su un treno diretto a Cassino per iniziare la giornata di “lavoro” davanti alle chiese del centro, approfittando anche del flusso di gente legato al mercato settimanale del sabato. Ma il “caso” ha voluto che si rincontrassero, fuori da un bar, e che ricominciassero a litigare. Non appena, però, i toni si sono fatti elevati uno dei presenti alla scena ha allerto gli agenti, diretti dal vice questore, dottor Alessandro Tocco, che hanno subito raggiunto l’incrocio tra via Lombardia e via Marconi. Ci hanno pensato loro a sedare la lite e ad accorgersi del taglio alla gola del quarantenne.

Così, l’uomo è stato condotto all’ospedale Santa Scolastica di Cassino per le medicazioni: la prognosi è di dieci giorni. Intanto il suo aggressore è stato denunciato per lesioni da arma da taglio alla Procura di Santa Maria Capua Vetere, competente per territorialità. Per la gente presente, ieri mattina, solo tanta paura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400