Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Il Frosinone cerca i primi puntidella sua storia in Serie A
0

Il Frosinone cerca i primi punti
della sua storia in Serie A

Serie A

Prima trasferta di serie A per il Frosinone, che cerca sul campo dell’Atalanta un risultato da consegnare alla storia.

I primi punti in massima serie devono arrivare in fretta, per evitare che si inneschino meccanismi psicologici di difficile gestione.
Ogni matricola ha con sè, quale inevitabile dote, un fardello di dubbi e di paure, del quale può disfarsi soltanto con i risultati.
Il ko casalingo con il Torino è stato digerito. Sono stati analizzati con grande attenzione i punti dolenti, ma anche le risposte in qualche modo convincenti.
Ora si tratta di ripartire con immutata fiducia e... con immutata (o quasi) formazione.
Le scelte di Roberto Stellone sono state infatti nel segno della continuità, con la conferma di 10/11 della squadra sconfitta di misura dai piemontesi.
Stavolta l’avversario sarà forse un po’ meno forte dei granata, ma avrà l’animus pugnandi abituale ingigantito dalla beffa di San Siro, dove l’ultimo assalto dell’Inter si è rivelato fatale ed ha negato agli uomini di Reja un preziosissimo pari.
Normale che i bergamaschi vogliano riscattarsi contro il Frosinone, che per suo conto ha studiato con attenzione il modo di imbrigliare gli estri di Gomez e compagni.
Sarà presumibilmente un’Atalanta arrembante, che avrà in Pinilla il suo terminale offensivo con Gomez e Moralez altre spine nel fianco di una difesa frusinate chiamata a un compito davvero impegnativo.
I canarini risponderanno con la loro voglia di smentire chi già, poco opportunamente, recita il “de prufundis” e sentenzia sulla relativa competitività del Frosinone nel contesto del torneo più importante.
La crescita della squadra deve invece passare per una presa di coscienza delle difficoltà che il massimo campionato porta con sé e su una progressiva consapevolezza dei propri mezzi.
Gli arrivi recenti di Tonev e Castillo hanno incrementato il potenziale del club ciociaro e sarà bene allontanare la sudditanza psicologica o quantomeno tenerla a bada. Giocare a testa alta e mettere sul piatto le proprie non disprezzabili qualità, ecco la strada per cercare quel traguardo del quart’ultimo posto che quest’anno sarà il solo perseguibile.
Di certo non sarà possibile ottenere il consueto bottino di punti al Comunale, ma come saggiamente ha osservato Stellone anche 27-28 punti complessivi in casa rappresenterebbero un tesoretto capace di avvicinare in modo consistente la salvezza.
Gli altri dodici dovranno provenire dalle gare esterne, e sicuramente quella di Bergamo rientra nel contesto delle “non impossibili”.
E allora, provarci sarà d’obbligo, tenendo nella debita considerazione che oltre agli undici che scenderanno in campo, il Frosinone avrà in panchina delle alternative molto importanti, che Stellone potrà utilizzare a gara in corso.
Daniel Ciofani scalpita, ora che finalmente è tornato alla perfetta efficienza, e anche Carlini sembra smanioso di realizzare il primo gol in A. Sarà un match cruciale dal punto di vista psicologico, al di là dei riflessi immediati sulla classifica.
Il Frosinone ne è consapevole e promette di uscire a testa alta dallo stadio “Azzurri d’Italia”. Con quale risultato lo scopriremo solo questa sera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400