Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Barista accoltellato, Garofano in libertà

Vito Garofano, l’uomo di 55 anni originario di Alatri, mentre viene arrestato dalla Polizia

0

Barista accoltellato, Garofano in libertà

Alatri-Latina

È tornato in libertà Vito Garofano, l’uomo di 55 anni originario di Alatri ma da anni residente a Latina che venerdì pomeriggio ha accoltellato all’esterno del Bar «Da Tina», in via Cerveteri, Salvatore Cordova, 74 anni, titolare del locale. Gli agenti della Squadra Volante, coordinati dal commissario capo Roberto Graziosi, hanno arrestato l’uomo subito dopo i fatti e ieri pomeriggio si è svolto il processo per direttissima che si è svolto in Tribunale davanti al giudice monocratico Nicola Iansiti.

L’imputato ha patteggiato la pena di due anni di reclusione ed è tornato in libertà senza obblighi. In un primo momento il reato ipotizzato dagli investigatori era quello di tentato omicidio, ma alla fine una volta che è stato sentito anche il pubblico ministero di turno Giuseppe Bontempo, è stato accusato e processato per lesioni personali gravi. È questo l’esito dell’udienza e di una vicenda che si è aperta e chiusa in meno di 24 ore, nata venerdì al termine di un litigio molto animato per una questione di natura economica.

Garofano conosce bene Cordova, spesso gli accudiva gli animali e curava il giardino di casa e la scorsa estate i rapporti si erano incrinati per un motivo molto semplice a quanto pare: Garofano era stato indicato da Cordova quale l’autore di un furto nella sua abitazione per una somma di 30mila euro, e Garofano quell’accusa la riteneva ingiusta e soprattutto falsa e non riusciva a sopportarla. E questo lo ha mandato su tutte le furie al punto che venerdì la situazione è esplosa.

«Mi ero portato il coltello da casa per farlo arrotare», ha detto Garofano alla polizia, poi quando è andato nel bar di via Cerveteri il clima è diventato incandescente e Cordova è stato ferito da due fendenti all’altezza dell’addome, il suo quadro clinico se all’inizio poteva sembrare molto critico poi con il trascorrere delle ore è migliorato. La violenta lite finita a coltellate in via Cerveteri era avvenuta davanti allo sguardo di diverse persone ed era stata una passante di 35 anni che aveva «salvato» Cordova, dopo che Garofano con il coltello voleva ferirlo per la terza volta. L’immediato intervento degli agenti della Volante ha permesso di fermare e arrestare il presunto responsabile che da ieri pomeriggio è tornato in libertà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400