Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Giovedì 08 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Partita di campionato la vigilia di Natale: i commercianti non ci stanno

Via Marittima deserta per il blocco della strada durante la partita con il Latina

0

Partita di campionato la vigilia di Natale: i commercianti non ci stanno

Frosinone

Strade chiuse, cittadini barricati in casa e negozianti con le saracinesche abbassate. È la scena del derby con il Latina nelle zone vicine allo stadio, ma è la stessa scena che si ripeterà nelle altre partite a rischio. Con l’aggravante che, quest’anno, il Frosinone giocherà un match casalingo, con il Benevento, il 24 dicembre. Ecco allora la levata di scudi dei commercianti che si stanno organizzando con una petizione per chiedere, con una buona dose d’ottimismo, lo spostamento dell’incontro.

Intanto, con una lettera, i “commercianti di Frosinone zona via Aldo Moro-campo sportivo” intendono sollecitare sul punto il presidente del club canarino, il sindaco e il questore di Frosinone: “Noi esercenti commerciali della città di Frosinone - scrivono - formuliamo richiesta ufficiale a che l’incontro di calcio Frosinone-Benevento del 24 dicembre 2016 venga posticipato ad altra data, in quanto lo stesso avrebbe conseguenze nefaste per le nostre attività, già pesantemente danneggiate dalle congiunture economiche negative, nazionali e internazionali. Considerando che la partita si disputa nel giorno della vigilia di Natale, storicamente e culturalmente il più importante per i nostri esercizi, non vorremmo ripetere l’esperienza dello scorso campionato per l’incontro del 20 dicembre 2015, Frosinone-Milan, dove siamo stati fortemente penalizzati”.

Una battaglia che rischia di essere contro i mulini a vento. Si sa il calcio di oggi è fortemente condizionato dai diritti televisivi per cui al netto di anticipi, con gli incontri di serie B trasmessi da Sky non sarà certo semplice riuscire a spuntarla. Peraltro due anni fa, il Frosinone, sempre in B, giocò alle 12.30 del 24 dicembre a Crotone.

I commercianti, a scanso di equivoci, manifestano tutta la propria vicinanza al club giallazzurro, e “al progetto di promozione della città ad esso correlato”. Tuttavia ribadiscono tutti i problemi che la presenza di uno stadio nel centro cittadino comporta soprattutto in occasione delle gare a rischio per l’ordine pubblico (o con larga presenza di tifosi ospiti) che richiedono misure eccezionali per evitare ogni contatto tra le tifoserie rivali: “Non possiamo esimerci dal prendere atto - continuano - che l’ubicazione dello stadio è in prossimità del cuore pulsante delle attività commerciali della città e che i contraccolpi, in termini di bilanci commerciali, ogniqualvolta la città viene blindata per motivi di sicurezza stiano diventando insostenibili”.

I commercianti ricordando che “la possibilità di effettuare gli acquisti natalizi in serenità e in un ambiente accogliente per il cliente è indispensabile perché anche questo non allontani il cittadino dall’anima della propria città”. Quindi la preghiera di “rinviare la partita del periodo pre-natalizio, così da poter tutti insieme trascorrere un sereno Natale”.

Del resto in occasione degli incontri ritenuti a maggior rischio per l’ordine pubblico le misure di sicurezza in passato sono state piuttosto stringenti con chiusure delle strade e divieti di sosta scattati con largo anticipo rispetto al fischio d’inizio dell’incontro. Come accaduto di recente con il Latina, non sono mancate le polemiche. Peraltro va aggiunto che, quando le misure di sicurezza sono state un po’ allentate, si sono verificati episodi di violenza, basti pensare a quanto successo al termine della gara dello scorso anno con l’Inter o prima del match con il Verona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400