Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Incastrato dalla canna del fucile Risolto il giallo Bondatti

I carabinieri perlustrano la zona dove è stato ritrovato Bondatti

0

Ucciso da una trappola per cinghiali: paese ancora in lutto. Il ricordo della comunità

Ferentino

Un anno fa la morte di Luciano Bondatti, 62 anni, ucciso da una micidiale trappola per cinghiali costruita dall’ex compagno di caccia Angelo Dell’Omo, arrestato il 29 settembre. Oggi pomeriggio alle 17 nella chiesa di Santa Maria dei Cavalieri Gaudenti di Ferentino si terrà una messa in ricordo della vittima. Intanto il prossimo 7 ottobre sarà celebrato il giudizio abbreviato. La famiglia di Bondatti si è costituita parte civile attraverso gli avvocati Vincenzo Galassi e Debora Fiore, mentre l’imputato Angelo Dell’Omo è assistito dall’avvocato Nicola Ottaviani.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, coordinati dal sostituto procuratore Rita Caracuzzo, che si sono affidati ai risultati degli accertamenti tecnici condotti dai Ris, Bondatti esce di casa poco dopo le 5.15 del mattino del 10 settembre scorso e si dirige
a piedi verso il bosco. Ad un certo punto Bondatti avrebbe urtato con il piede uno spago piazzato a terra, attivando il congegno killer. Sono circa le 5.30. La distanza è ravvicinata. Bondatti viene colpito ad altezza inguinale, all’arteria femorale. Comincia a sanguinare in maniera abbondante, ma riesce a trascinarsi per circa 25 metri. Il cadavere viene scoperto tra le 8.30 e le 9 da alcuni agricoltori. Prima Dell’Omo era andato a ritirare la trappola piazzata nel proprio fondo agricolo a Pareti Cornella.

L’arma ha sparato ma Dell’Omo, stando a quanto ribadito dallo stesso, non si sarebbe accorto che ad essere colpito da quella trappola non era stato un cinghiale, ma l’ex compagno di caccia. Dopo qualche giorno di accertamenti, i carabinieri risalgono a Dell’Omo. Ancora grande il dolore dei familiari, increduli per l’accaduto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400