Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









La scuola dà i... numeri. Oltre 65.000 studenti ciociari tornano dietro ai banchi
0

La scuola dà i... numeri. Oltre 65.000 studenti ciociari tornano dietro ai banchi

Frosinone e Provincia

Sono 67.952 gli studenti della provincia di Frosinone pronti a tornare dietro ai banchi di scuola e a iniziare un nuovo anno utile alla loro crescita culturale e formativa. Ora sono alle prese con il ripasso dei compiti e la scelta di zaini, diari. Studenti di cui il 35% nelle scuole secondarie di II grado, il 30% nelle scuole primarie, il 19% nelle scuole secondarie di I grado e il restante 16% nelle scuole dell’Infanzia.

I dati sono stati raccolti dall’Usp di Frosinone e forniti dal sistema informativo dell’istruzione, il sistema di raccolta dati del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Nelle 80 istituzioni scolastiche statali della provincia si evince una distribuzione degli alunni nell’Infanzia maggiormente concentrata nella fascia d’età intermedia, ossia dei bambini fra i 4e 5 anni. Da tenere in conto che la scuola dell’Infanzia mantiene facoltativa l’iscrizione, ecco dunque che i minori valori rispettivamente nella fascia d’età compresa fra i 3 e 4 anni e quella terminale, possono essere attribuiti a un ritardo nell’inserimento del bambino nel sistema scolastico statale, così come ad una anticipata iscrizione nella scuola dell’obbligo (statale e non).

Gli oltre 20.000 alunni iscritti, invece, nelle scuole primarie statali del territorio provinciale sono distribuiti pressoché equamente nelle classi dell’intero quinquennio: circa 4.000 per ogni anno di corso, anche se si registra una flessione di circa 50/80 unità di frequentanti nel corso dei primi due anni di corso, un dato che – se confermato nei prossimi anni – mostra un calo generalizzato della frequenza scolastica. Il numero degli alunni delle scuole secondarie di I grado di Frosinone e provincia, ricalca l’andamento delle iscrizioni delle scuole primarie, ossia un ridotto scarto fra frequentanti anni scolastici diversi: circa 4.300 unità in ogni anno del triennio. Nelle Scuole secondarie di II grado del territorio, il totale degli studenti frequentanti – è paria 23.422 unità, con una distribuzione percentuale che oscilla fra il 21% degli iscritti al primo anno ed il 18% di iscrizioni al quinto anno, un valore quest’ultimo che subisce presumibilmente l’influenza delle ripetenze, dei cambi di corso, degli abbandoni, essendo l’obbligo formativo previsto fino ai 18 anni d’età.

Nell’analisi delle quattro tipologie d’istruzione erogate dalle Scuole secondarie di II grado, ossia quella comprendente l’Istruzione classica, scientifica e magistrale, quella Professionale, quella Artistica e quella Tecnica - in realtà riconducibili alle tre tipologie di Istituzioni scolastiche: licei, istituti tecnici e professionali - quella che, nella provincia di Frosinone, registra il maggior numero di iscritti nell’anno 2016/2017, è la formazione liceale classica, scientifica e magistrale con ben il 42% degli iscritti, che sommata a quella artistica supera il 46% di frequentanti. Segue con il 34% l’istruzione tecnica e con il 20% quella professionale.

Una distribuzione di iscritti che rispetto al precedente, sebbene inferiore di 513 studenti, registra nell’analisi delle diverse tipologie di scuole scelte dagli studenti, un lieve aumento dell’istruzione liceale e di quella tecnica, a fronte della riduzione di iscritti nel canale d’istruzione professionale. Nella scelta effettuata dagli studenti della provincia di Frosinone sono i Licei scientifici ad avere ben il 20% del totale dei frequentanti, seguiti dagli Istituti tecnici industriali (16%) che insieme agli Istituti professionali industriali raggiungono ben il 21% degli iscritti, seguono con un pressoché simile numero di iscritti, intorno al 12%, gli Istituti magistrali, i Professionali per i servizi sociali e gli Istituti tecnici commerciali. Al settimo posto i Licei classici con 2.242 frequentanti.

Nell’analisi della tipologia di istituti che hanno subito il maggiore calo di frequentanti, rispetto all’anno 2015/16, risulta l’istruzione professionale con una vistosa riduzione: ben 308 studenti in meno. Il countdown per l’attività didattica è iniziato.

Tutti pronti per un anno impegantivo

Anche quando la campanella smette di suonare per la pausa estiva, quando studenti e docenti sono in vacanza, l’ufficio scolastico provinciale di Frosinone è aperto e lo staff pronto a sbrigare pratiche e a organizzare tutto il lavoro per la chiusura dell’anno e poi l’inizio di un altro. Si è già al lavoro da diverso tempo all’Usp per organizzare al meglio quanto necessario per garantire l’avvio di un altro anno che sarà sicuramente impegnativo ma importante per la crescita e la formazione delle future generazioni.

Il dottor Pierino Malandrucco, vicario e dirigente dell’ufficio scolastico provinciale fa il punto della situazione e augura un nuovo anno scolastico a tutto il mondo della scuola. «È stato un inizio molto impegnativo, quest’anno un po’ di più rispetto a quelli precedenti, perché abbiamo tante operazioni che stiamo concludendo in questi giorni e aspettiamo i contingenti per le nomine a tempo indeterminato dei docenti che ad oggi ancora non abbiamo. Dal Ministero sono state comunicate quelle per l’infanzia (16 nomine, di cui 13 su posti normali e tre su sostegno). Credo che già domani (oggi per chi legge, ndr) arriveranno contingenti per i docenti della scuola primaria, del primo e secondo grado. Come tutti gli anni, quindi, sono momenti questi in cui l’ufficio è a pieno regime. Abbiamo in corso la mobilità del personale, cioè le utilizzazioni e assegnazioni provvisorie che ogni anno si fanno».

Si sta arrivando a grossi passi all’inizio dell’anno scolastico, al via la prossima settimana, e il vicario Pierino Malandrucco rivolge gli auguri «al personale docente, ai dirigenti scolastici, a neo nominati e a quelli confermati, e a quelli con tanti anni di servizio, a tutto il personale Ata e a quanti si occupano di questo particolare servizio che è la scuola italiana e che, a mio avviso, è ancora una delle scuole migliori al mondo. L’augurio più grande, poi, all’esercito degli studenti della provincia di Frosinone». Per molti sarà l’inizio di un bellissimo percorso di formazione e crescita, per tanti altri l’ultimo passo prima di entrare nel mondo del lavoro o dell’università.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400