Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Cade da una pianta di ulivo  L'incidente ad Ara Castello

Foto d'archivio

0

Si uccide nella cantina di casa: straziante lettera di addio ai familiari

Fontechiari

Dolore e sconcerto a Fontechiari per l’im rovvisa scomparsa di L. G., di 69 anni, residente in località Panetta. L’uomo ha scelto per morire una vecchia cantina non lontano dalla sua casa, ma prima di farla finita ha scritto una lettera che annunciava
la sua intenzione, indicava il punto esatto dove trovarlo ma, soprattutto, chiedeva perdono alla sua famiglia.

A trovare la lettera e a dare l’allarme è stato il figlio. L’uomo era esattamente dove aveva scritto che si sarebbe tolto la vita, una cantina a poche centinaia di metri dalla sua abitazione, un luogo isolato dove non ha incontrato nessuno che potesse dissuaderlo. Nonostante più volte avesse parlato del proposito di farla finita, nulla aveva fatto presagire quanto poi avvenuto. Anzi, la sera prima aveva cenato tranquillamente con alcuni familiari. Solo che in mattinata era atteso in una clinica per dei
controlli e forse questo fatto lo aveva spaventato. Sul posto sono giunte l’automedica e un’ambulanza del 118 di Sora, ma i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo, e i carabinieri del Norm del comando sorano. La salma,
dopo l’intervento del medico legale, è stata trasportata alla camera mortuaria del cimitero di Sora.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400