Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Vandali in azione in tutto il centro: imbrattata l'ex Diaz
0

Vandali in azione in tutto il centro: imbrattata l'ex Diaz

Ceprano

Scritte di vernice sui muri dell'ex Armando Diaz. Non si arresta il fenomeno degli atti vandalici a danno di edifici pubblici e privati e degli arredi urbani del centro. Bottiglie di birra abbandonate, piantine stagionali divelte dai loro vasi, scritte sui muri, lampioni danneggiati... Di notte si scatena l’inciviltà di persone annoiate, forse adolescenti, che lasciano ovunque i segni del loro passaggio. Presto saranno installate telecamere ed allora dovranno fare attenzione perché potrebbero essere facilmente identificati.

Intanto procedono i controlli: la scorsa settimana il centro urbano e stato presidiato da pattuglie della Polizia che hanno effettuato fermi, identificazioni e controlli nei locali. Sicuramente la presenza delle forze dell’ordine può fungere da deterrente, ma un ruolo primario è affidato alle famiglie che prioritariamente devono vigilare sui giovani, soprattutto se minorenni.

Ricordiamo che la risposta dei cittadini agli atti vandalici è stata chiara: se distruggete i fiori noi li ripiantiamo; se lasciate rifiuti noi continuiamo a sistemare contenitori di raccolta, se devastate noi intensifichiamo i nostri interventi di bonifica e decoro della città. Una reazione civile, educativa e soprattutto di esempio, perché se giustamente i giovani chiedono l'esempio degli adulti, questi ultimi non possono che replicare con azioni esemplari. La fiducia e la speranza sono forti, sentite ed auspicate a gran voce da decine di cittadini che nei giorni scorsi si sono rimboccate le maniche ed hanno piantato nuovi fiori e pulito alcuni vicoli del centro storico.

In ogni caso gli incivili che di notte sporcano e imbrattano la città non possono pensare di rimanere sempre impuniti, devono fare attenzione perché non è escluso che non possano essere identificati. Gli edifici pubblici e gli arredi appartengono all'intera comunità che deve custodirli e mantenerli, anche perché i danni gravano su tutti i contribuenti. Riguardo invece i danneggiamenti a strutture private, ovviamente dietro opere ed interventi ci sono i sacrifici ed il lavoro dei singoli cittadini che non possono non essere rispettati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400