Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Cittadini a caccia di piromani: scatta l’organizzazione "social"

Mezzi da terra, elicotteri e canadair impiegati per domare gli incendi che stanno tenendo in scacco le montagne del basso Cassinate

0

Cittadini a caccia di piromani: scatta l’organizzazione "social"

Cassinate

Prima una montagna in fiamme per 36 ore, poi continui e ripetuti incendi - ultimo quello di ieri - sempre meno “spontanei”: i cittadini dicono basta e si organizzano contro i piromani. Questa la situazione a Cervaro, gravemente colpita nel mese di agosto da continui roghi che hanno devastato un intero territorio. Ma più in generale nell’ultima settimana le montagne del basso Cassinate sono state messe in ginocchio da vasti incendi. Sono andati in fumo ettari ed ettari di vegetazione boschiva. Incendi che venivano spenti, ma, dopo qualche ora, ripartivano in posti sempre più difficile da raggiunge per i soccorritori.

Incendi “a orologeria” che mettono in serio rischio la vita dei residenti e che non possono più essere tollerati dai cittadini. E a Cervaro è arrivata una prima “risposta”. Stanchi di veder diventare cenere i propri boschi, si sono organizzati sui social chiedendo di segnalare movimenti sospetti nelle zone a rischio ai carabinieri. Un modo per “stanare” chi ogni girono mette in pericolo la vita di tutti. In questa direzione anche il Comune, con il sindaco D’Aliesio in prima linea, sta predisponendo una cabina di regia con gli uffici tecnici e la polizia municipale per fare un censimento delle aree colpite. Nessuno esclude il dolo, e per questo aumenta ancora di più la rabbia.

Minacciato Montecassino

Le fiamme dopo aver devastato i monti di Cervaro, San Vittore del Lazio, Villa Santa Lucia, Ausonia ed Esperia nella serata di venerdì sono arrivate anche a Cassino. La tecnica sembra essere la stessa nella maggior parte dei casi: appiccare piccoli roghi in simultanea per mettere in difficoltà i soccorritori. Fiamme che subito sono divampate ardendo e mandando in fumo la vegetazione di Monte Maggio, a Cassino, alle spalle della Rocca Janula. L’incendio è partito poco dopo le 20.30 di venerdì, immediato l’arrivo sul posto dei vigili del fuoco del distaccamento di Cassino che nel giro di poco tempo sono riusciti a domare il rogo. Un incendio che fatto scattare l’allarme per le montagne vicine: i vigili del fuoco per diverso tempo hanno presidiato anche la zona circostante Montecassino, per evitare nuovi roghi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400