Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









«No all’arrivo di profughi. Tutelare le città turistiche»
0

Profughi e lavori utili. I cittadini sono contrari

Fiuggi

Una questione assai delicata a Fiuggi come in altre parti d’Italia e d’Europa, quella che tratta il tema migranti, dove il filo che lega un sano dibattito all’infamante accusa di razzismo è assai sottile. Con le paure spesso ingiustificate che scavano dentro l’intimo delle persone ed incrociano i drammi ed i destini degli esseri umani, che attraversano il Mediterraneo con gli ormai famigerati barconi con quelli dei tanti italiani alle prese con le difficoltà quotidiane in tempi di crisi economica.

Aziende che chiudono, disoccupazione crescente, crolli di nascite, interi nuclei famigliari alla fame, nuovi poveri in costante aumento e milioni di pensionati sotto la soglia di povertà. In questo contesto e su questo terreno molto scivoloso il sindaco di Fiuggi Fabrizio Martini, che sulla questione è stato chiamato a ragionare ed a fronteggiare la rabbia e le paure dei suoi concittadini nei mesi scorsi, quando a Fiuggi sono arrivati una sessantina di extracomunitari ed oggi sul suo profilo facebook, prendendo spunto da una iniziativa del Viminale attraverso il Prefetto Mario Marcone, ha lanciato una consultazione popolare sull’idea di occupare i migranti in lavori socialmente utili. Va detto che diversi comuni in Italia sono già in fase avanzata in tale direzione.

Le reazioni però a Fiuggi sembrerebbero prendere una direzione abbastanza netta e precisa: «Non se ne parla proprio». Se progetti nel sociale dovranno essere posti in essere allora dovranno riguardare i numerosi nuovi poveri che a Fiuggi vivono, magari sostenendo con maggior vigore le associazioni di volontariato come la Caritas.

Non mancano tuttavia posizioni diametralmente opposte anche se fortemente in minoranza, di quanti sostengono che visto che i migranti costano allo Stato italiano, allora è giusto impegnarli in lavori socialmente utili, magari senza costi aggiuntivi. Ci sono poi posizioni più estreme che l’argomento non intendono affrontare, anzi continuano a chiedere l’allontanamento di quanti già ospitati a Fiuggi e soprattutto tenere alta la guardia nel vigilare affinché non arrivino nuovi flussi di extracomunitari, come alcune voci non confermate, continuano a sostenere anche in queste ore. Una città insomma in linea con il resto della maggioranza degli italiani.

Se c’è da aiutare qualcuno allora prima i nostri, con buona pace di ogni valore cristiano e dei disperati tra i disperati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400