Vittima della droga non esita a estorcere denaro, dietro minacce e percosse, ai poveri nonni con cui viveva e alla madre. Una storia che durava da mesi ma che grazie ai militari comandati dal maresciallo Alborino ieri sera è terminata. Ma l'ultimo atto è stato di inaudita violenza. Ancora una volta ha chiesto i soldi ai nonni e alla mamma. Dopo il rifiuto ha iniziato a devastare la casa sfasciando tutto. Il caos ha richiamato l'attenzione dei vicini che hanno chiamato i carabinieri. Il ragazzo di 23 anni a fatica è stato bloccato mentre i suoi familiari erano in lacrime.

È stato arrestato e ora è nelle camere di sicurezza in attesa domani dell'udienza di convalida. Una triste storia di un ragazzo che schiavo della droga non ha esitato a picchiare, minacciare ed estorcere denaro ai propri cari.