Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Scontro frontale tra due automobiliDue donne finiscono in ospedale

Foto d'archivio

0

Incidenti, più morti sulle strade. Il bilancio dei primi sei mesi dell'anno

La statistica

Stabile il numero degli incidenti, ma aumenta la gravità. Più morti sulle strade del Frusinate nel primo semestre dell’anno. Lo dicono i numeri dell’attività con- dotta dalla polizia stradale. Nel bilancio, reso pubblico nei giorni dell’esodo di ferragosto quando i controlli della polstrada sul territorio sono aumentati, rientrano anche le 22 persone arrestate e i sequestri di 109 chilogrammi di tabacchi lavorati esteri.

Da gennaio a giugno sono stati 407 gli incidenti per i quali sono intervenute le pattuglie della polizia stradale di Frosinone. Si tratta dello stesso identico numero del primo semestre del 2015. Solo che, mentre lo scorso anno, le vittime di questi scontri erano state sette, quest’anno il conto è più alto, con dieci decessi. Risulta, invece, in diminuzione il numero dei feriti che da 1.301 so- no scesi a 1.205.

In termini percentuali, dunque, a fronte di un calo del 7,3% dei contusi si è avuta una crescita del 42% dei morti. Nello stesso periodo si è riscontrato anche un aumento degli arrestati che salgono dai 13 del 2015 ai 22 fino a giugno (69%). Sequestrati anche 109 chili di tabacchi di contrabbando. In totale sono state impegnate 3.728 pattuglie, di cui 2.231 sull’autostrada.

E ancora 141 unità hanno verificato il trasporto delle merci,dei passeggeri e degli animali vivi, mentre 36 pattuglie sono state impiegate per contrastare il fenomeno delle stragi del sabato sera. Da dati Aci-Istat, la strada più pericolosa si conferma la Casilina. Nel 2014 erano otto le vittime registrate dal chilometro 71 al chilometro 137.

Negli stessi episodi risultano coinvolte anche 18 persone che sono rimaste ferite. I tratti più critici sono quelli di Ferentino, Ceprano, Roccasecca, Castrocielo e Cassino. In tutta la Casilina i feriti erano stati 120. Tratti pericolosi anche nella stra- da 82 Valle del Liri, sulla 115 di Fiuggi, nel territorio di Alatri, sulla Monti Lepini, sulla 509 di Forca d’Acero e la 630 di Ausonia.

Ma tra i tratti più insangui- nati della Ciociaria c’è anche l’autostrada. L’84% dei sinistri si verifica nel week end. L’indice di mortalità è di 10 decessi ogni 100 incidenti. La fascia oraria più a rischio è quella compresa tra le 4 e le 5 del mattino. Il mese con la maggior frequenza è maggio. Il maggiore numero di collisioni avviene sul- le strade urbane.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400