Trascorrono appena quattro ore e viene arrestato per la seconda volta. È accaduto l’altra sera a Fiuggi. Protagonista un uomo di 45 anni. Da una sommaria ricostruzione dei fatti, erano da poco trascorse le 20 quando l’uomo ha preso di mira una vigilessa della Polizia locale che prestava servizio nei pressi del Commissariato di polizia. Una parola tira l’altra ed è scoppiato un diverbio abbastanza acceso.

I toni, piuttosto animati, hanno richiamato l’attenzione di un poliziotto che, non lontano dai due, era impegnato a fornire informazioni ad alcuni turisti. L’agente è intervenuto subito in difesa della vigilessa, tra l’uomo e il poliziotto è nata una colluttazione terminata con il fermo e il conseguente arresto del quarantacinquenne. Per lui il magistrato ha disposto gli arresti domiciliari e l’uomo è stato portato a casa sua.

Poche ore dopo, però, il quarantacinquenne è evaso dai domiciliari per raggiungere Fiuggi Fonte, dove è stato avvistato e fermato da una pattuglia dei Carabinieri della locale stazione. Dai controlli effettuati, i militari hanno riscontrato la condanna ai domiciliari per cui hanno arrestato per la seconda volta il giovane con l’accusa di evasione. Insomma, due arresti in quattro ore, il primo operato dagli poliziotti del vicequestore aggiunto Sergio Vassalli, il secondo dai carabinieri del maresciallo Mario Vinci.