Sessantenne rimasto ustionato da un cavo di alta tensione tranciato durante dei lavori, l’uomo è stato dimesso dall’ospedale. Si era avvicinato troppo ad un cantiere per la realizzazione di nuova rete fognaria in via Termini D’Alatri, strada che separa i territori dei comuni di Alatri e Frosinone, quando all’improvviso lunedì è accaduto il dramma. Un escavatore di una impresa che per conto dell’Acea sta realizzando interventi, ha tranciato casualmente un cavo elettrico.

L’uomo si era avvicinato troppo allo scavo e sfortunatamente è rimasto colpito dalle scariche elettriche che in quell’istante si sono propagate. Inizialmente si è pensato al peggio, sul posto sono giunti i Vigili del Fuoco,mezzi dell’Ares 118, i carabinieri e poi una eliambulanza, che dopo le iniziali cure ha trasportato l’uomo al Sant’Eugenio a Roma, viste alcune ustioni riportate sul proprio corpo.

Fortunatamente però le sue condizioni sono apparse meno gravi del previsto, e ieri i sanitari della struttura romana lo hanno dimesso con una prognosi di cinque giorni. Ora dovrà effettuare dei controlli, ma nel complesso una vicenda che si conclude nel migliore dei modi.