Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Neonata morta, disposta l'autopsia. E la Procura sequestra la cartella clinica

L'ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone

0

Neonata morta, disposta l'autopsia. E la Procura sequestra la cartella clinica

Frosinone

Doppia indagine per chiarire cosa sia realmente accaduto al- l’interno della sala parto dell’ospedale “Fabrizio Spaziani” di Frosinone. Le prossime ore saranno decisive per fare luce su una vicenda delicata, che ora è finita sul tavolo della procura. Ma che approderà, inevitabilmente, anche su quello del risk manager della Asl.

Massimo riserbo, si limitano a dire i carabinieri. Gli investigatori dell’Arma, secondo indiscrezioni, hanno acquisito la documentazione clinica necessaria. Al momento tutto resta avvolto nel giallo. La procura di Frosinone ha comunque aperto un’inchiesta. Tutto ruota intorno alle complicazioni avvenute durante il parto che hanno portato alla morte della piccola. L’autorità giudiziaria dovrà stabilire la verità sul decesso della neonata, anche attraverso l’autopsia. Spetterà al magistrato capire se la morte possa essere attribuita alla negligenza dei medici o se le cause siano naturali. Anche la Asl, come da protocollo, predisporrà un’indagine. Spetterà al risk manager dell’azienda sanitaria di via Fabi verificare eventuali negligenze da parte del personale medico. La decisione sarà assunta oggi.

La ricostruzione

Doveva arrivare a giorni il momento tanto atteso dell’abbraccio con la piccola creatura cresciuta per nove mesi dentro il pancione. Invece sabato mattina la tragedia che non ti aspetti nella sala parto all’ospedale Spaziani, dove una bambina è nata morta. La giovane mamma era ricoverata all’ospedale del capoluogo. Stava dando alla luce la sua piccola, ma durante il parto sarebbero sorte delle complicazioni e il cuore della neonata ha cessato di battere. Immediato l’intervento dei carabinieri di Frosinone per gli accertamenti del caso. La cartella clinica è stata sequestrata dagli uomini dell’Arma. Il magistrato di turno ha aperto un fascicolo per verificare l’eventuale colpa medica. L’autorità giudiziaria ha anche chiesto il sequestro della placenta. Nei prossimi giorni verranno compiuti ulteriori accertamenti, prima di procedere con l’eventuale iscrizione nel registro degli indagati dei sanitari che in quel momento si trovavano all’interno della sala parto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400