Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Aria di novità alla Multiservizi Trotto rinuncia all'indennità

Una panoramica di Pontecorvo

0

Aria di novità alla Multiservizi
Trotto rinuncia all'indennità

Pontecorvo

Rilanciare l’azione della multiservizi permettendo che diventi una costola del Comune che eroghi servizi di qualità sempre più alta.

Questo uno degli obiettivi del nuovo presidente dell’Azienda Speciale Multiservizi di Pontecorvo Gino Trotto che, come primo atto ufficiale, ha deciso di rinunciare all’indennità di carica e di svolgere il mandato a titolo gratuito.

Presidente al suo fianco in questa avventura ci sono Gaetano Spiridigliozzi e Mauro Ciccone. Come vi state rapportando per la gestione dell’Asm?

Ho al mio fianco delle ottime persone come Gaetano Spiridigliozzi, che è stato designato vicepresidente, e Mauro Ciccone che già conosce bene l’ingranaggio della multiservizi. A breve assegnerò loro delle deleghe che potranno seguire direttamente. Noi componenti del consiglio di amministrazione siamo assolutamente presenti e vigili e siamo disponibili a incontrare e confrontarci con tutti.

Quali sono le prime iniziative che avete adottato?

Nella prima seduta del consiglio di amministrazione ho deciso di rinunciare a qualsiasi indennità e di svolgere l’incarico a titolo gratuito. La mia è una sfida che ho accolto per dare un servizio alla comunità di Pontecorvo cui sono molto legato. Questa è una azienda partecipata al 100% dal Comune e l’obiettivo alla fine dell’anno non deve essere quello di fare utili, ma di erogare servizi e di alto livello. Per questo motivo ho già riunito tutti i dipendenti dell’Asm per confrontarmi con loro e per capire quali sono le principali criticità.

E quali sono le difficoltà maggiori che avete individuato?

Una delle principali criticità riguarda l’orario di lavoro del personale. Quasi tutti sono part-time e questo comporta il non riuscire a soddisfare pienamente le richieste che provengono dalla città. Poi ci sono delle persone che hanno cambiato mansione e, in questo caso, bisogna vedere come sostituirle. Tuttavia ci tengo anche a precisare che, a margine delle diverse riunioni, il personale ha dimostrato grande voglia di collaborare con la nuova governance.

L’Asm è una struttura strategica per il Comune. Quali sono i vostri obiettivi per il futuro?

Per il futuro mi piacerebbe poter valutare la possibilità per l’Asm di gestire la raccolta differenziata dei rifiuti nella nostra città. Ma non solo. Penso anche alla possibilità di far gestire alla multiservizi alcune attività attualmente esternalizzate come la riscossione dei tributi.  Noi vogliamo essere una costola del Comune e non, come qualcuno si è divertito a definirci, un parcheggio per qualche persona. L’obiettivo è solo uno: offrire quanti più servizi possibili alla collettività e tutti di alto livello.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400