Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Pugno duro su chi getta i rifiuti E adesso i trasgressori tremano
0

Pugno duro su chi getta i rifiuti
E adesso i trasgressori tremano

Ceccano

I vigili urbani non scherzano. Si sono messi di punta contro chi inquina gettando per strada o nelle aree verdi rifiuti di ogni genere, fregandosene della raccolta differenziata e dei principi più elementari della convivenza civile.

Così, in linea con le direttive impartite subito dalla nuova amministrazione del sindaco Caligiore, la Polizia municipale guidata dal comandante Alteri ha intensificato i controlli. E piovono sanzioni.

Dopo aver sorpreso l’altro ieri un abitante di Colle Leo che si era appena disfatto di tre grossi sacchi d’immondizia nel bosco vicino casa sua, nella rete di sorveglianza dei vigili urbani è finito un altro cittadino residente nella contrada Starnelle, «a dimostrazione - si legge in una nota del Comune - di come per questi episodi di inciviltà pare sia più facile occultarsi più che nel centro abitato, nelle contrade periferiche di Ceccano. Aree dove però non risiedono solo personaggi maleducati e poco urbani, ma soprattutto cittadini sensibili che dimostrando di avere un accentuato senso civico e che doverosamente inviano periodiche segnalazioni agli organi di vigilanza affinché mettano fine a questi comportamenti incivili». Sono gli stessi residenti, insomma, ad imbeccare la Polizia municipale per perseguire gli sciagurati che buttano l’immondizia per strada. Così è stato anche per l’ultimo episodio, per il quale ai vigili urbani è stato segnalato l’abbandono in mezzo al verde di una rilevante quantità di polistirolo, un tipo di rifiuto plastico che tra l’altro va smaltito con una procedura particolare.

«L’azione di vigilanza sul territorio, oltre che a interessare la Polizia municipale, viene comunemente concertata anche con gli stessi operatori della nettezza urbana - spiega ancora il Comune - i quali percorrendo quotidianamente e sistematicamente tutte le strade comunali rilevano e segnalano tutti gli episodi legati a questa forma di maleducazione e malcostume».  Un malcostume che anche stavolta, una volta individuato l’autore, ha fatto scattare una pesante contravvenzione a carico dell’uomo e la contestuale intimazione a rimuovere i rifiuti lasciati abbandonati senza adeguato conferimento.

Per il sindaco Roberto Caligiore «è necessario ora proseguire su questa strada anche per educare ad un maggior rispetto delle regole e dell’ambiente».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400