Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Occupa l’alloggio Ater. Adesso deve lasciarlo
0

Occupa l’alloggio Ater. Adesso deve lasciarlo

Alatri

Hanno occupato un alloggio Ater dallo scorso aprile e adesso il Comune intima loro di abbandonare l’appartamento entro pochi giorni, pena lo sgombero coattivo con l'intervento della Polizia Municipale e, in caso di necessità, della forza pubblica.

La storia

Protagonisti della vicenda una donna di 43 anni e i suoi tre figli (di cui due ancora minorenni, ndc) che, poco meno di tre mesi fa, hanno preso possesso di una casa Ater in via Ponte d'Alloggio 10, in contrada La Fiura, lasciata libera dall’ex assegnatario il 22 aprile.

Della situazione che si è in seguito determinata è stata informata la stessa Ater che, il 2 di maggio, ha constatato l’effettiva occupazione abusiva grazie ad un sopralluogo compiuto insieme con il comandante dei Vigili Urbani. La 43enne è stata quindi sanzionata a norma di legge e deferita alla Procura della Repubblica, ma tutti questi provvedimenti non hanno comunque sortito l’effetto di indurla a lasciare l'appartamento, anche perché lei e la sua famiglia si troverebbero, al momento, nell'impossibilità di reperire un’altra abitazione.

Nel frattempo, l'Ater ha provveduto ad affidare il medesimo immobile ad altra persona, scorrendo la graduatoria finale per l'assegnazione degli alloggi: persona (trattasi di una32enne, ndc) che non ha mai potuto mettere piede nella “sua” casa e che ha sollecitato un intervento risolutivo a tutela dei propri diritti. Una situazione alquanto spinosa, contrassegnata da due bisogni, contrastanti tra di loro: da un lato le legittime richieste di un’utente che aspetta; dall'altro l’emergenza e la necessità di una famiglia in difficoltà.

Il tutto ha indotto il sindaco Giuseppe Morini a firmare un’ordinanza, datata 8 luglio scorso, con la quale si dispone l'azione di recupero della casa con l'allontanamento del nucleo familiare abusivo, il quale ha sette giorni di tempo (quindi fino al prossimo venerdì, ndc) per lasciare l’abitazione, da consegnare poi all’assegnataria regolare. In caso contrario, come detto, si procederà con lo sgombero coattivo eseguito dalla Polizia Locale e, nel caso occorresse, anche delle altre forze dell’ordine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400