Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Bimba morta, indaga anche l'Asl. Le prime risposte dall'autopsia

L'ospedale Fabrizio Spaziani di Frosinone

0

Bimba morta, indaga anche l'Asl. Le prime risposte dall'autopsia

Frosinone

Due inchieste per il caso della bimba di otto mesi morta in ospedale a Frosinone. A indagare sulle cause del decesso della piccola sarà oltre alla procura del capoluogo, che ha disposto l’autopsia sul corpicino, anche l’azienda sanitaria locale con un’inchiesta interna. E proprio ieri l’Asl è intervenuta per ricostruire l’ultimo giorno di vita della bimba, dal suo ricovero alla richiesta di eliambulanza per il trasferimento al Bambin Gesù di Roma, dove la piccola era già in cura e dove, purtroppo, la neo- nata non ha fatto a tempo ad arrivare.

«In merito alla vicenda che ha portato alla scomparsa della piccola C.L. questa direzione, vicina al dolore dei familiari, ritiene doveroso chiarire alcuni aspetti della stessa - recita una nota del responsabile del presidio ospedaliero unificato Frosinone-Alatri Massimo Menichini - La piccola, con un quadro congenito clinico-anamnestico complesso, per il quale era seguita dai medici dell’ospedale Bambin Gesù di Roma, giungeva nel nostro ospedale alle ore 20.10 del giorno 7/7/2016 perché affetta da febbre elevata resistente a terapia farmacologica dalla mattina. Veniva immediatamente visitata e monitorata dai medici in servizio i quali constatato, nonostante le cure praticate, il rapido peggioramento delle condizioni cliniche, dopo aver messo in atto tutti gli interventi necessari, predisponevano il trasferimento in eliambulanza presso il Bambin Gesù di Roma».

Ma per la piccola non c’è stato nulla dare, il suo cuoricino ha cessato di battere. «Purtroppo, nonostante il prodigarsi dei sanitari e le cure ricevute la bambina cessava di vivere alle ore 23.10 mentre veniva accompagnata con il centro mobile di rianimazione verso l’eliambulanza - conclude Menichini - Questa direzione, astenendosi da qualunque altra considerazione, informa che sta già provvedendo ad acquisire le relazioni e la documentazione clinica necessaria alla definizione della vicenda. Siamo fermamente convinti, tuttavia che i professionisti in servizio nell’ospedale Fabrizio Spaziani hanno fatto tutto quanto era nelle loro possibilità per assistere al meglio la piccola paziente».

Fin qui la versione dell’azienda di via Fabi che attende ora anche le risultanze dell’inchiesta penale. Nel frattempo i familiari hanno subito presentato una denuncia chiedendo l’intervento della magistratura. L’indagine, coordinata dal pubblico ministero Vittorio Misiti, è stata affidata alla squadra mobile di Frosinone. Come primo atto è stata acquisita la cartella clinica per verificare tutti i passaggi. Un atto dovuto per valutare la terapia alla quale la bimba è stata sottoposta, se questa sia stata corretta in base alla patologia di cui era affetta o se, al contrario, la situazione era talmente compromessa da impedire l’estremo tentativo di salvarle la vita.

A tal fine una prima risposta potrà arrivare dai risultati dell’autopsia. I consulenti che eventualmente le parti andranno a indicare potrebbero aiutare ad avere un quadro preciso di quanto accaduto durante il ricovero della bambina nell’ospedale del capoluogo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400