Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Mercato, si rischia il caosLa denuncia dell'opposizione

Il mercato settimanale del Casaleno

0

Mercato, si rischia il caos
La denuncia dell'opposizione

Frosinone

Con i lavori per la realizzazione del nuovo stadio al Casaleno, il mercato settimanale è a rischio caos. 

Nonostante le rassicurazioni dell’assessore al Commercio Massimo Renzi, che ha garantito la possibilità per gli esercenti di svolgere il proprio lavoro senza impedimenti di alcun genere, l'opposizione con il consigliere Psi Calicchia evidenzia alcune possibili criticità e disagi per gli utenti. L'esponente socialista, già nel luglio del 2014, aveva presentato un’interrogazione in merito alla viabilità e all’utilizzo degli spazi attigui all’area dello stadio. Aveva sollevato, infatti, proprio il problema del mercato, in quanto attività vitale per la zona, poiché attrae persone non solo di Frosinone e coinvolge commercianti di tutta la provincia. Ma non solo: nei pressi del Casaleno si trova anche l’ospedale Fabrizio Spaziani che serve un’utenza sempre più ampia. Il timore espresso da Calicchia risiede nel notevole afflusso di auto che ogni giovedì si riversa nella zona e che potrebbe ostacolare l’accesso al presidio ospedaliero. A ciò si aggiunga il problema del trasporto pubblico inadeguato alle esigenze degli utenti del mercato.
«Secondo me le rassicurazioni di Renzi non sono esaustive - ha segnalato il consigliere di opposizione - In merito alla domanda che avevo posto, il nodo centrale era la richiesta di dare vita a un mercato perfettamente compatibile con le attività della zona, poiché lì vicino ci sono l’ospedale Spaziani, alcuni uffici del Comune, fabbriche e l’aeroporto militare. Ora si aggiunge il problema dei lavori del campo sportivo, fondamentale per le nuove necessità della squadra di calcio - ha proseguito - Il problema non si risolve transennando la zona. Andrebbe fatto un nuovo piano di viabilità, trasporto pubblico, parcheggi, prevedendo qualche navetta in più il giovedì. Da via Michelangelo fino a via Mascagni c’è un’apertura sotto il cavalcavia che può diventare un passaggio pedonale importante - ha suggerito - Mettere due lampadine e un po’ di asfalto non è poi così impensabile. A quell’interrogazione non ho ancora ricevuto risposta - ha concluso - Sono intervenuto in Consiglio insistendo e chiedendo risposta direttamente al sindaco, ma niente. Spero che con l’estate si possa pensare a come risolvere davvero la questione. Se poi vorranno rispondere anche alle mie perplessità ben venga».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400