Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Al cimitero tornano i ladri: esplode la rabbia

Il cimitero di Veroli

0

Al cimitero tornano i ladri: esplode la rabbia

Veroli

Piantine, fioriere, ma anche ricordini lasciati sulle tombe sono stati presi dei mira negli ultimi giorni da imperdonabili maniaci dal pollice verde. Una consuetudine che suscita indignazione e che fa inorridire sia per il gesto in sé che per la sacralità del luogo nel quale viene compiuto. Un fatto increscioso che si ripete da mesi e in modo sempre più di frequente. Vuoi per la mancanza di controlli, vuoi per le dimensioni del cimitero civico che lo rendono ingestibile dal punto di vista della sorveglianza: l’indecenza umana sembra però non avere limiti.

I racconti di anziani “derubati” si moltiplicano e l’indignazione delle vittime cresce insieme alla rabbia per un gesto che non trova giustificazioni. «Mi trovavo al cimitero per portare un saluto a mio marito defunto ma quando sono arrivata davanti alla lapide mi sono accorta con rammarico che i fiori che avevo lasciato qualche giorno prima mi erano stati rubati – ha riferito quasi in lacrime una signora – un gesto ingiustificabile e anche inimmaginabile almeno fino a poco tempo fa. A quanto pare, invece, sembra diventata una consuetudine tant’è vero che i fiori e gli oggetti cari spariscono da sempre anche dalle altre tombe. Capisco la crisi e la difficoltà che molti hanno a non potersi permettere nemmeno un fiore da portare sulla tomba dei propri cari, ma depredare quelle altrui non è certo meglio e li rende persone orribili. Meglio lasciare la tomba vuota che rubare fiori ad un altro defunto, è sicuramente più dignitoso».

Visto il danno più morale che materiale, nessuno denuncia anche perché sarebbe comunque difficile riuscire a risalire all’autore o agli autori. L’ipotesi più accreditata è che a far sparire piantine e fiori dalle lapidi di marmo siano purtroppo i parenti di altri defunti che non potendo comprarne, ne prendono un po’ altrove per il loro altarino. Simili episodi erano già accaduti in occasione della ricorrenza del 2 novembre quando dalle tombe sparirono anche immagini sacre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400