Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Il prete scappa con l’amante. La comunità è disorientata
0

Il prete scappa con l’amante. La comunità è disorientata

Santi Cosma e Damiano

Un sacerdote che deve andare via per una“love story” con una fedele, un parroco che, prima dello “scandalo” ha ricevuto l’ordine di trasferimento, rischia di lasciare disorientata la comunità dalla parrocchia di Sant’Antonio da Padova di Santi Cosma e Damiano, appartenente alla forania di Minturno come le parrocchie di Ausonia e Coreno. Infatti, quanto sinora successo, sta creando dei problemi ai vertici della Chiesa, che deve trovare delle soluzioni, dopo quella relativa all’allontanamento del sacerdote straniero, che ha intrapreso una storia d’amore con una fedele sposata e con prole,con la quale, pare, sia volato nella sua nazione di origine.
Questa storia tipo “uccelli di rovo” ha complicato la situazione nella comunità parrocchiale di Sant’Antonio, il cui parroco, padre Giuseppe D’Agostino, tempo addietro, aveva ricevuto ordine di trasferimento in Campania.

Le associazioni Oratorio Anna Fiori, guidata da Giovanni D’Arienzo, e Comitato Sant’Anna, coordinato da Giuseppe Cifonelli, hanno scritto una lettera aperta, nella quale ribadiscono l’importanza dell’opera svolta da padre Giuseppe D’Agostino, «esempio di dedizione ai valori del Vangelo e sempre pronto a spronare l’intera comunità alla condivisione, alla solidarietà e alla misericordia. Indelebili sono le sue battaglie per la difesa degli ultimi e per il rispetto dell’ambiente. Tra l’altro, da anni, il frate trinitario si sta occupando del progetto per la costruzione della nuova Chiesa, in quanto la precedente è stata demolita per gravi problemi strutturali».

Le due associazioni ritengono inopportuno il trasferimento, e aggiungiamo noi, anche per quanto accaduto all’altro sacerdote straniero che, invece, doveva rimanere in loco. «Sarebbe più rispondente a canoni di logicità consentire la prosecuzione del progetto di realizzazione della nuova chiesa a chi, come padre Giuseppe ne conosce le problematiche».

La comunità auspica la revoca del provvedimento di trasferimento del parroco, affinchè possa continuare le attività necessarie per la realizzazione della nuova chiesa e possa continuare ad essere per i fedeli una guida spirituale. E in un momento come questo ce ne è bisogno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400