Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Parte l’esposto contro la discarica
0

Parte l’esposto contro la discarica

Alatri

Alcuni giorni fa un gruppo di cittadini ha presentato un esposto alla procura della Repubblica (il documento è stato inviato per conoscenza anche al prefetto, all’Arpa Lazio e al sindaco Giuseppe Morini) per denunciare l’abbandono indiscriminato di rifiuti di ogni genere in via Costa Magliano, località Cerica, nella contrada della Fiura.

Immondizia celata in un piccolo bosco di conifere, dove - tra gli alberi - si può trovare di tutto: lastre di eternit, pneumatici, residui di cantieri edili, vecchi frigoriferi e televisori, parti di carrozzerie, liquami. Quintali di rifiuti che fanno di quel sito una vera e propria “bomba” ecologica «pericolosa per l’ambiente e per la salute umana perché vi si può trovare di tutto».

Quanti hanno inteso denunciare pubblicamente la presenza della discarica abusiva hanno anche voluto far rilevare «l’inciviltà di molti cittadini, che hanno riversato nel bosco di conifere di Cerica ogni sorta di rifiuto; inoltre, vi è stato il mancato controllo del territorio da parte di tutte le istituzioni deputate», perché il cattivo costume di riversare lì ogni oggetto ormai non più utilizzabile non sembra essere recente, ma datato nel tempo. Come dire: da un lato, sono riprovevoli la maleducazione e l’inesistente senso civico che hanno portato alla nascita del deposito di veleni; dall’altro, è criticabile l’assenza di controlli più mirati e di operazioni di bonifica.

L’esposto alla procura è stato definito solo «il primo passo per tutelare il territorio», al quale seguiranno altri interventi per sollecitare tutte le istituzioni competenti ad attuare quelle opere che portino alla completa pulizia del bosco di Cerica, trasformato da area verde in autentica discarica a cielo aperto. «Il sito va bonificato come tutte le altre discariche abusive che, purtroppo, sono presenti sul territorio alatrense. La nostra terra è stata avvelenata abbastanza ed è ora di dire basta: dobbiamo difenderla con tutte le nostre forze»: questa la dichiarazione finale dei cittadini che hanno presentato l’esposto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400