Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Un Bambinello che vale oro: flussi milionari sotto la lente. Aperta un'inchiesta

Un cartello che indica la strada per il Bambino Gesù di Gallinaro

0

Silenzio ad alta tensione a Gallinaro

Il caso

Il patos e la tensione sono così forti che nessuno dei diretti interessati vuole dire altro. Almeno per ora. La Chiesa non intende aggiungere altri commenti a quelli già espressi dal vescovo sulla vicenda del Bambinello di Gallinaro e soprattutto all’atto di scomunica contro la “Chiesa cristiana universale della nuova Gerusalemme” e i suoi fedelissimi giunto dopo l’istruttoria condotta dalla Congregazione per la dottrina della fede.

Sabato, prima dell’evento organizzato a Sora dal “Centro di studi sorani Vincenzo Patriarca” con la presentazione di un libro contenente 99 poesie di Gabriele Pescosolido, il vescovo Gerardo Antonazzo, mentre si avvicinava all'ingresso della Sala San Tommaso d'Aquino, è stato lapidario sulla vicenda di Gallinaro: «La Chiesa - ha ribadito - si è già pronunciata. Tutti sono a conoscenza dell’opinione che la Chiesa ha in merito alla vicenda, comunicata ai fedeli domenica scorsa dai parroci». Con lui anche il vescovo Lorenzo Chiarinelli, che a suo tempo si occupò personalmente del caso quando era aSora e che nonha voluto commentarlo ancora.

Al silenzio della Chiesa di Roma si aggiunge quello degli scomunicati che continuano a rifiutare contatti diretti con i media. «A seguito delle numerose richieste pervenute - si limitano a comunicare i seguaci del Bambinello sul sito internet dell’organizzazione - con la presente si comunica che i rappresentanti della Chiesa Cristiana Universale della Nuova Gerusalemme non intendono al momento rilasciare ulteriori dichiarazioni rispetto a quelle riportate nei comunicati ufficiali della Chiesa, pubblicati su questo sito alla sezione Comunicati”. Di più non dicono. Intanto gli abitanti di Gallinaro sperano che il trambusto causato dalla vicenda serva almeno a realizzare un sogno: quello di una visita di Papa Francesco in paese dopo la lettera che gli ha scritto il sindaco Mario Piselli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400