Nove clan in provincia di Frosinone, diciassette in provincia di Latina. E’ questo il conto che si evince dal rapporto sulle mafie nel Lazio. La province di Frosinone e Latina, con netta prevalenza di quest’ultima, si dividono la seconda piazza dietro la Capitale. Dalle indagini per droga, a sequestri e confische, arrivando a tutti gli altri reati all’interno della galassia del crimine organizzato.

In Ciociaria la divisione è questa: un clan di ‘ndrangheta, cinque di camorra, due clan di origine nomade ed uno appartenente alla Sacra Corona Unita pugliese. Nel pontino, la camorra la fa da padrona con undici clan, due appartengono a Cosa Nostra, tre alla ‘Ndrangheta ed uno nomade.