Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 03 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Testimonianza choc: mia nonna si è costruita un bunker per l'Apocalisse

Fedeli in fila davanti alla cappellina (Foto d'archivio)

0

Testimonianza choc: mia nonna si è costruita un bunker per l'Apocalisse

Gallinaro

«Sono una ventitreenne e voglio lasciarvi la mia testimonianza, parlando di mia nonna». Lo scisma di Gallinaro approda anche sul web. «Mia nonna - pubblica una ragazza - non è sempre stata una religiosa praticante ma è cresciuta in un’epoca in cui ha ricevuto un’educazione che l’ha portata a crescere rispettando ciò che il nostro credo ci ha sempre insegnato. Quando io avevo circa 4/5 anni - spiega la ventitreenne - ha cominciato a frequentare la cappellina di Gallinaro sempre più frequentemente. È aumentato anche il tempo che passava a pregare da sola e in chiesa.

Fin qua non c’è nulla di male, non mi permetterei mai di giudicare il tempo e il modo in cui la gente professa ciò che crede. Almeno fino a quando questo non si ritorce su altre persone. Perché gradualmente, da quando è stato questo Samuele a prendere le redini, mia nonna è passata dal sentire due messe al giorno a non farsi più nemmeno il segno della croce quando passa davanti a un luogo sacro. Le è stato proibito di partecipare alle funzioni, rinunciando così ad assistere a noi nipoti che riceviamo il sacramento della prima comunione e della cresima, di festeggiare la celebrazione del matrimonio o di manifestare il lutto. Passa intere giornate a fissare il sole dicendo di vedere in esso la manifestazione del nostro (oserei dire del loro) Signore, lamentandosi anche di essere disturbata se le viene chiesto aiuto di qualsiasi genere. È arrivata a rinunciare a passare il tempo con la figlia ricoverata in ospedale per non perdere l’incontro domenicale con il resto del gruppo.

Ma la cosa che ci suscita rabbia - argomenta la nipote - quella che ci dimostra che mia nonna è quasi come se fosse affetta da una malattia, è che è così convinta del fatto che la fine è vicina. Da circa 7 anni - aggiunge la ragazza - si è costruita una specie si bunker in casa, dove accumula provviste a lunga scadenza. A detta sua, però, non per se stessa, perché lei ha il suo posto assicurato sull’arca che stanno costruendo insieme alla Casa Serena a Gallinaro. Tutto questo - conclude la ventitrenne - lo sta facendo per noi peccatori che non possiamo capire il mistero che preannuncia l’Apocalisse".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400