Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 02 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Fiume rosa e moria di pesci: l'allarme degli ambientalisti
0

Fiume rosa e moria di pesci: l'allarme degli ambientalisti

Anagni

Moria di pesci nel Rio, tinto di una strana colorazione: interviene la task force dell’ambiente. Questa mattina il Rio Mola Santa Maria, tristemente noto per alcune vicende negative in tema ambientale, si presentava colorato di un tenebroso rosa sporco, tra schiuma e putridume vario. Alessandro Eziandi, rappresentante dell’associazione ambientalista Vox Populi Anagniae, informava del fatto il Cap. Camillo Giovanni Meo, il quale inviava i suoi uomini sul posto chiedendo nel contempo l’intervento dell’Arpa frusinate. Qualcuno notava la presenza nell’acqua dello stesso torrente di numerosi pesci morti, alcuni stecchiti dopo essere saltati sulle pietre nel vano tentativo di sfuggire a morte certa. Per una sinistra coincidenza, i due luoghi interessati corrispondevano esattamente a quelli in cui, nel luglio del 2005, morirono 22 mucche avvelenate dal cianuro. Sui siti interessati, questa mattina, si ritrovavano quindi Carabinieri, Guardia Forestale, tecnici di Arpa, Eziandi e le Gav di Enzo Pirazzi; un raggruppamento di tutto rispetto, per individuare i responsabili dell’ennesimo sversamento di liquami di natura da accertare, foriero di morte. Sulle sponde del Rio, nei pressi del ponticello realizzato con i fondi della Tav, apparivano tracce organiche di aironi, testimonianza di un gruppo che ha scelto il torrente per la permanenza in Italia. In quella stessa area vive ormai stabilmente una tartaruga acquatica di rilevanti dimensioni, e c’è da sperare che le sostanze che hanno provocato la moria di pesci, non abbiano avuto effetti deleteri sulle altre specie animali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400