Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Martedì 06 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Indicente mortale sulla Casilina, un morto e diversi i feriti
0

Incidente mortale sulla Casilina: un inferno di vetro e lamiere. Quattro i feriti gravi

Villa Santa Lucia

Un morto e quattro feriti di cui due gravissimi. E quasi 8 persone coinvolte. In un inferno di vetri e lamiere. A perdere la vita un giovane straniero, sembrerebbe di origini domenicane, classe ‘74, residente a Cassino sbalzato dopo la schianto sull’asfalto a pochi metri dal deposito Cotral di Villa Santa Lucia. Gravi altre due delle persone coinvolte: serie sono infatti apparse nell’immediatezza le condizioni di un carabiniere in forze alla Stazione di Piedimonte San Germano che si trovava in auto con la moglie ed il loro bimbo di pochi mesi. Per fortuna illeso. Feriti, però, anche gli occupanti delle altre auto tra cui un autista del Cotral di Piedimonte che si trovava con sua moglie quando un frontale - poi trasformatosi in una carambola mortale - li ha travolti.

Ancora poco chiara la dinamica di un incidente terribile. Né è stato possibile per gli agenti della Stradale di Cassino intervenuti sul posto, coordinati dal dottor Visco, stabilire fino a tarda notte l’identità del giovane morto sul colpo: difficile estrarre corpi e documenti dalle macchine che sembravano esplose, tanta la violenza dell’impatto, due delle quali in bilico sul ciglio della strada in entrambi i sensi di marcia. Quattro in tutto quelle coinvolte: due Audi, una Opel Astra e una Lancia Y sbalzata a diversi metri dal punto d’impatto. Ed è iniziata la corsa dei medici e professionisti del 118 e dei vigili del fuoco di Cassino per salvare quante più vite possibili.

Per intervenire con maggiore celerità sono state allertate due elicotteri che hanno trasportato i feriti più gravi a Roma e Latina, dopo una prima stabilizzazione a Cassino. Complessi i rilievi affidati alla Stradale, con il supporto dei carabinieri, andati avanti per buona parte della notte con il traffico dirottato in strade secondarie per consentire di ricostruire l’accaduto. Ed è montata la polemica dei cittadini. «Dobbiamo ancora continuare a contare nuove vite spezzate e piangere per i nostri fi- gli e familiari feriti gravemente su questa strada - ha commentato a pochi minuti dall’incidente l’associazione Onlus “Gli Angeli della Notte” - Le nostre richieste, nonostante le proteste e le manifesta- zioni, sono cadute nel vuoto. Occorre che la Casilina venga messa in sicurezza, prima di dover con- tare la perdita di altre vite innocenti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400