Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Bilancio di previsione 2015Scontro tra le coalizioni

Veroli minoranza in consiglio comunale

0

Bilancio di previsione 2015
Scontro tra le coalizioni

Veroli

l bilancio di previsione 2015 divide il consiglio comunale.

Diamanti e Campanari voteranno ‘no’ all’approvazione dello schema economico finanziario proposto da Cretaro e i suoi.
Una seduta del Consiglio comunale importante quello che si terrà questa mattina, alle ore 9.30, nella sala consiliare di Palazzo Mazzoli. Sette le voci all’ordine del giorno. All’attenzione della massima assise civica il bilancio di previsione e il programma triennale delle opere pubbliche. Entro il 30 luglio, tutti gli enti locali sono chiamati ad approvare il bilancio di previsione che è il principale documento contabile per la gestione e il controllo delle risorse finanziarie dell’ente. La sua approvazione rappresenta il momento centrale dell’attività amministrativa poiché è attraverso il bilancio che il Comune trova riscontro delle spese e delle entrate.
«Il voto sul bilancio è un voto politico nella sua complessità - ha dichiarato il consigliere di opposizione Marino Diamanti - anche se al suo interno può contenere situazioni favorevoli per i cittadini, non posso che votare contro».
Stessa idea per il capogruppo del Partito democratico all’opposizione Danilo Campanari. «Il bilancio può anche piacerti - ha dichiarato l’ex primo cittadino - ma resta un atto politico della maggioranza ed è chiaro che per un gruppo di opposizione il voto sarà contrario. Motiveremo il nostro no anche e soprattutto alla luce delle proposte fatte e mai approvate e nella visione di una maggioranza che vuole far quadrare i conti (ed è giusto che sia così), senza però tener conto delle esigenze dei cittadini. I tempi sono quelli che sono e ci sono priorità da tenere in considerazione. Pensando all’estate verolana, è vero che molte entrate derivano dalle sponsorizzazioni ma l’amministrazione avrebbe potuto investire almeno un 10% di quelle risorse per scopi sociali. Un terzo dei nostri cittadini non riescono a pagare l’acqua, l’Imu e le altre tasse. Cosa facciamo per aiutarli? Voteremo no ad una maggioranza che non affronta i problemi e che cerca solo di barcamenarsi».
E a proposito di fasce sociali svantaggiate all’esame dell’assise si riunirà oggi ci sono anche l’introduzione di agevolazioni Tasi per i nuclei familiari con disabili a carico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400