Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Ladri acrobati e tecnologici  si dileguano saltando tra i balconi
0

Raffica di furti in centro: quattro colpi messi a segno nella notte

Arce

Raffica di furti nel centro storico del paese. Una nottata da dimenticare per molti residenti quella tra giovedì e venerdì scorsi. I ladri hanno svaligiato la casa di un commerciante, hanno rubato l’automobile di un insegnante in pensione e sono entrati in almeno altre tre abitazioni. Probabilmente la scorribanda notturna è stata messa a segno da un gruppo di malviventi ben organizzato che è riuscito a compiere la serie di colpi in una sola notte e tutti nella stessa zona del paese vecchio.

Quasi sicuramente i ladri hanno agito a piedi e senza un particolare piano d'azione. Da una prima ricostruzione dei fatti, i malviventi sono entrati nella casa del titolare di un negozio di fiori perforando, forse con un arnese a batteria, la serratura della porta d'ingresso. Una volta dentro hanno perlustrato le diverse stanze della casa fino ad arrivare nelle camere da letto dove i proprietari dormivano. Qui hanno preso il borsello dell'uomo che conteneva l'incasso della giornata, più le chiavi di due automezzi e del negozio. Poi sono passati a setacciare il comò e i comodini, portando via un anello ed altri oggetti in oro. Non contenti sono arrivati anche nelle camere dei ragazzi dove hanno sottratto dell'altre piccole somme di denaro ed alcuni preziosi.

Nell'abitazione sono installate alcune telecamere di videosorveglianza le cui riprese ora sono al vaglio dei Carabinieri di Arce. Non è escluso comunque che i delinquenti abbiano fatto uso di sostanze soporifere per appesantire il sonno dei proprietari. Nessuno dei sei componenti della famiglia, infatti, si è accorto di nulla, mentre alcuni di loro hanno lamentato al risveglio un forte mal di testa e uno strano bruciore sul viso. Stessa scena si è ripetuta nell'abitazione di un insegnante in pensione. Anche qui il nottolino del portone d’ingresso è stato traforato. Una volta penetrati all’interno i ladri avrebbero sottratto i pantaloni dell'uomo che erano riposti su di una sedia.

Nelle tasche il portafogli e le chiavi della Lancia Delta parcheggiata all'esterno che non è stata più trovata. Oltre a queste, sarebbero almeno altre due le abitazioni visitate dai malviventi. In una di queste sono state sottratte le chiavi di un'auto che però non è stata toccata. In un'altra casa è stata manomessa la serratura di un antico portone in legno dove però, grazie alla presenza di un vecchio sistema di chiusura con la sbarra dietro la porta, i ladri non sono riusciti ad entrare.l

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400