Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Lunedì 05 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Il baratto delle tasse
Chi non le paga lavorerà gratis

La piazza del Comune di Alatri

0

Il baratto delle tasse
Chi non le paga lavorerà gratis

Alatri

L’accertamento straordinario dei residui ha evidenziato la fondamentale incapacità del Comune ad incassare i tributi dovuti, incapacità dovuta a problemi strutturali, ma essenzialmente riconducibile all’effettiva impossibilità di molti cittadini di onorare gli impegni con l’Amministrazione a causa della situazione economica in cui versano.

Se, dunque, è obbligo usare tutti i mezzi legali disponibili al fine di far emergere le sacche di evasione colpevole e volontaria, c’è anche la necessità di trovare forme nuove per agevolare i singoli e le famiglie che si trovano incolpevolmente nella condizione di poter adempiere al dovere civico del pagamento delle tasse e dei tributi. Ed è partendo da queste considerazioni che l’assessore Mario Belli (Pd) accoglie con favore e soddisfazione la proposta proveniente dal meetup alatrense del M5S di avviare il cosiddetto “baratto amministrativo”.
L’assessore ricorda che «in effetti la proposta aveva trovato già ampia adesione in larga parte della maggioranza amministrativa, la quale mi ha incaricato di redigere, insieme ai tecnici un regolamento attuativo da portare all’approvazione del consiglio comunale. In tale senso va la legge istitutiva del baratto amministrativo (articolo 24 della legge 164/2014)». In essa sono previste forme di partecipazione dei privati cittadini alla valorizzazione e tutela del territorio, attraverso la prestazione di opera a fronte del pagamento dei tributi, qualora sia riconosciuta l’incolpevolezza e la necessità per cui gli stessi non siano stati pagati. Il provvedimento, in sintesi, permette non solo di dare sostegno a tutti coloro che hanno difficoltà economiche o che hanno perso il lavoro, utilizzando un principio antico, quello del baratto, ma offre anche un aiuto tangibile all’amministrazione comunale, facendo incrementare la sua possibilità di spesa, perché in grado di devolvere per altre attività, le somme stanziate per la manutenzione del territorio.
«Un grazie da parte mia agli amici del M5S di Alatri - conclude Belli - i quali cogliendo l’importanza di questa proposta legislativa, hanno voluto coinvolgere l’amministrazione in questa loro proposta. Sono pertanto ad invitare gli esponenti del Movimento a prendere contatto con i nostri uffici, in particolare con la segreteria del sindaco, onde poter stabilire la data di un incontro per confrontarsi su questo tema così importante e magari poter dare, da parte loro, un sicuro costruttivo contributo alla stesura del redigendo regolamento». Maggioranza e M5S, quindi, dialogano e collaborano per aiutare i cittadini non in grado di pagare i tributi senza però danneggiare l'ente e i servizi che esso offre alla collettività.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400