Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Imprenditore condannato per violenza: aveva palpeggiato una minore

Il Tribunale di Cassino

0

Imprenditore condannato per violenza: aveva palpeggiato una minore

Piedimonte San Germano

Attenzioni particolari, poi qualcosa di più. Fino a che le lusinghe avrebbero lasciato spazio a palpeggiamenti e molestie vere e proprie. Almeno secondo l’accusa. Una tesi sposata anche dal Tribunale di Cassino che ieri, in accoglimento della richiesta del pm - la dottoressa D’Orefice - ha condannato in primo grado a 5 anni e 6 mesi di reclusione per violenza sessuale aggravata un imprenditore di Piedimonte San Germano.

Secondo quanto emerso in aula sarebbero stati due gli episodi “gravi” finiti sotto la lente della Procura: uno risalente al 2010, quando la vittima - figlia di una sua collaboratrice - era ancora minorenne. E l’altro, del 2011, quando la ragazza era diventata appena maggiorenne. Avvenuti l’uno nell’attività dell’uomo, sui sessant’anni, approfittando di un momento di distrazione della madre che si era allontanata, in uno sgabuzzino. Poi nell’abitazione della stessa presunta vittima di cui l’uomo avrebbe avuto le chiavi perché - secondo la difesa dello stesso imputato - in passato implicato in una relazione sentimentale con la madre della ragazzina.

Sarebbe stato allora, quando il rapporto tra i due era ormai agli sgoccioli, dopo che la stessa donna era stata anche allontanata dal posto di lavoro, che la diciottenne accompagnata dalla madre avrebbero sporto denuncia nel 2013 per le molestie. Una ritorsione, per gli avvocati Domenico Buzzacconi e Gianvittorio Massocci (difensori del sessantenne) che già pensano all’Appello. Violenze terribili, invece, per la parte civile rappresentata dall’avvocato Gaetano Mastronardi che in aula ha ripercorso tra le lacrime quei momenti terribili divenuti oggetto di complesse valutazioni prima di emettere la sentenza di condanna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400