Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Perseguitava e minacciava la compagna
Stalker finisce in manette

Il commissariato di Sora

0

Perseguitava e minacciava la compagna
Stalker finisce in manette

Sora

Perseguitata e minacciata dall’ex compagno e padre della sua bambina, riesce a fuggire dalle ire dell’uomo che l’ha raggiunta sul luogo di lavoro e corre al Commissariato di via Firenze, a Sora.

Lui, un trentaseienne sorano, non demorde e, alla vista dei poliziotti grida con fare minaccioso: «Ora vediamo se riuscite a prendermi e ad arrestarmi». Gli agenti lo inseguono, riescono a bloccarlo e ad ammanettarlo.
Questa la ricostruzione di quanto accaduto ieri, fornita dalla polizia che ha messo fine a una storia di persecuzione che durava ormai da tempo. I due, oggi 36 anni lui e 39 lei, sono una coppia da cinque anni. Ma sin dall’inizio pare che la relazione non sia tranquilla soprattutto, pare, per il carattere dell’uomo. Da questo rapporto nasce anche una bambina e la donna ha sempre sperato che questo lieto evento nella loro vita potesse portare anche un po’ di tranquillità. Ma stando al racconto fornito agli agenti del Commissariato di Sora, la storia sarebbe proseguita in un clima ostile, tra insulti, minacce e percosse nei confronti della donna. Infine, stanca e provata da questo clima conflittuale che si è trovata a dover vivere, la trentanovenne non ce l’ha fatta più: la scorsa primavera ha deciso di interrompere il rapporto con l’uomo, nella speranza di recuperare un po’ della pace perduta. Ma da allora, secondo la ricostruzione degli agenti che hanno raccolto la denuncia, la situazione è peggiorata diventando sempre più insostenibile con telefonate intimidatorie, insulti, messaggi, pedinamenti. Un atteggiamento gravemente persecutorio che ha costretto la trentanovenne a cambiare le sue abitudini di vita.
Un paio di giorni fa, infine, l’episodio che ha portato all’arresto del giovane sorano. Lui inizia a inviare all’ex compagna una serie di messaggi via sms sempre più pericolosamente minacciosi.
Non contento, di questo, a un certo punto si presenta sul posto di lavoro della donna continuando con gli insulti e arrivando anche a minacciarla di morte. Lei, intuendo che la situazione è ormai fuori controllo, riesce a fuggire e a raggiungere la sua macchina. Una volta salita in auto si dirige al Commissariato di polizia riuscendo, contemporaneamente, ad avvisare telefonicamente gli agenti, mentre il suo ex compagno la insegue. L’ex, infatti, nonostante tutto non si è arreso e non solo l’ha seguita in via Firenze ma si sarebbe anche rivolto ai poliziotti con fare minaccioso e sfidandoli a catturarlo: «Ora vediamo se riuscite a prendermi ed arrestarmi» ha gridato contro di loro.
I poliziotti partono all’inseguimento dell’uomo e poco dopo riescono a bloccarlo e ad arrestarlo. Attualmente l’uomo sarebbe in regime di arresti domiciliari a casa dei suoi genitori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400