Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 11 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









L’Astral ridefinisce i limiti di velocità: la Pontina a 60 all'ora
0

L’Astral ridefinisce i limiti di velocità: la Pontina a 60 all'ora

Regione Lazio

Da semplici voci di corridoio a una vera e propria ordinanza: i limiti di velocità sulla Pontina sono stati abbassati a 60 chilometri orari, con tratti che prevedono anche un massimo di 50 all’ora. Questo ciò che emerge dall’ordinanza dell’Astral, l’Azienda Strade Lazio spa, che con il documento del 2 maggio mette nero su bianco le nuove direttive in merito alla velocità massima tollerata sulla Strada Regionale 148 nel tratto tra Latina e Roma.

La limitazione a 60 chilometri orari (dal km 69+700 al km 11+300) è prevista per il tratto che va da Borgo Piave e fino all’Eur fatta eccezione per l’ultimo tratto (dal km 10+650 al km 11+300) in cui la velocità massima consentita si abbassa di 10chilometri orari. A tutto questo si aggiunge l’assoluto divieto di sorpasso per i veicoli di massa superiore a 3,5 tonnellate.

Nell’ordinanza in questione, l’Astral spiega come la decisione sia derivata dalle segnalazioni della Città Metropolitana di Roma Capitale, che ha più volte evidenziato la situazione di potenziale pericolo per gli utenti della Pontina dovuto sia allo stato dei guardrail, sia delle barriere di calcestruzzo. Importanti anche le note del settore Viabilità della Provincia di Latina, che ha evidenziato i «livelli di degenerazione dello stato manutentivo del piano viabile».

Così, «a causa del mancato espletamento negli anni della necessaria manutenzione ordinaria», come si legge nell’ordinanza, Astral spa «ha constatato che realmente lo stato manutentivo dell’arteria non garantisce più le idonee condizioni di sicurezza per gli utenti che la percorrono quotidianamente».

A questo si aggiunge la mancata manutenzione ordinaria che, negli anni, ha causato un «ammaloramento non più recuperabile». Ma la spa mette le mani avanti: «Astral, per il tirennio 2016-2019 - spiega la società nel documento - ha presentato alla Regione Lazio il Piano Esigenziale relativo agli interventi a garantire le condizioni minime di sicurezza della Rete Viaria Regionale. Alla data odierna la Regione non ha ancora trasferito le risorse finanziarie per effettuare gli interventi contenuti nel Piano».

Eppure, poche righe sotto questo punto dell’ordinanza, l’Astral spiega come paradossalmente «l’obiettivo della Giunta regionale è quello di affidare alla spa, già incaricata per la manutenzione straordinaria, anche i compiti relativi alla manutenzione ordinaria, mediante modifica del relativo Contratto di Servizio». Così la società accenna come «nelle more del perfezionamento degli atti necessari per l’affidamento dell’ulteriore servizio, Astral spa è attualmente impegnata nella ricognizione dello stato dell’arte della Rete Viaria Regionale con riferimento alle attività connesse alla manutenzione ordinaria, al fine di definire le occorrenze finanziarie del servizio e poter predisporre un adeguato programma di interventi».

E come la stessa spa spiega in una parallela nota ufficiale «il provvedimento si rende necessario per predisporre le procedure di apertura dei cantieri per il ripristino del manto stradale. Sono stati ripetuti i solleciti di interventi di manutenzione che Astral ha inoltrato, nel tempo, alla Provincia di Roma e di Latina, competenti per questi interventi ordinari. Di fronte al loro immobilismo, Astral si trova costretta ad intervenire direttamente avocando gli interventi».

Insomma, secondo quanto riportato nell’ordinanza e nella nota, l’intenzione è quella di limitare la velocità per permettere prima i rilievi e poi aprire i cantieri. Intanto l’ordinanza non prevede alcun termine e «sarà valevole sino alla sua eventuale revoca».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400