Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Venerdì 09 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Imprenditore arrestato per reati fiscali
0

Truffa milionaria ai danni dell'Inps: nel mirino della Finanza anche alcuni ciociari

Frosinone

Arrivavano anche dall’Abruzzo per presentare la domanda di disoccupazione alla sede Inps di Ostia e, ovviamente, da buona parte del Lazio. Anche alcuni disoccupati di Frosinone “preferivano” quella sede per ottenere il sussidio che spetta a chi è rimasto senza lavoro. La Guardia di Finanza, però, ha scoperto la grande truffa che c’era dietro e che stava sottraendo risorse vitali dell’Istituto previdenziale; risorse che sarebbero spettate a chi veramente era rimasto senza stipendio.

Sono 123 i soggetti attualmente identificati che percepivano indebitamente il sussidio; tra questi alcuni ciociari anche se in larga parte erano di Aprilia e di Ostia. I finanzieri del Secondo Gruppo del comando Provinciale di Roma sono certi che il sistema ideato dai due dipendenti infedeli denunciati era in funzione già da diversi anni e che la truffa attualmente calcolata intorno al milione e trecentomila euro sia, in realtà, solo una parte del maltolto. Potendo accedere al sistema informativo dell’ente, i due impiegati inserivano i dati di ignari datori di lavoro, al fine di produrre modelli “DS” che attestava il rapporto di lavoro agli “amici” e che dava il diritto per l’accesso all’indennità di disoccupazione con requisiti ridotti. A quel punto, scattava anche il licenziamento fittizio che induceva in errore i livelli competenti all’emissione dei mandati di pagamento.

I due percepivano una parte di quei pagamenti. Il successo della sede Inps di Ostia, scelta anche da ciociari e da abruzzesi, ha fatto scattare degli allarmi e, di conseguenza, le indagini della Finanza. Denunciati quindi i due dipendenti e i 123 beneficiari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400