Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Tenta di darsi fuoco. Nei guai l’uomo disperato
0

Tenta di darsi fuoco. Nei guai l’uomo disperato

Cassino

Dovrà rispondere davanti all’autorità giudiziaria di interruzione di pubblico servizio l’uomo che, martedì sera, ha tentato di darsi fuoco nell’aula Di Biasio. Momenti drammatici, concitati, quasi surreali quelli vissuti in consiglio: l’ultimo dell’amministrazione in carica. All’ordine del giorno, lo spostamento del mercato e il piano del traffico. Temi “caldi” che avevano già richiamato fuori dall’aula decine e decine di commercianti in protesta.

Nel bel mezzo della seduta l’aula viene invasa da un forte odore di benzina. Un uomo, un albanese di 65 anni disperato, si cosparge del liquido infiammabile e armeggia un accendino con l’intenzione di darsi fuoco. Nell’aula è presente il personale del Commissariato di Cassino e della polizia urbana.

Gli agenti non perdono tempo: si avvicinano all’uomo, lo bloccano e gli tolgono di mano gli oggetti con cui intende mettere in atto l’insano proposito. Ricondotto alla calma il cittadino, difeso dall’avvocato Giulia De Feo e residente da oltre due decenni in città, racconta agli operatori di polizia che voleva compiere quell’atto estremo per attirare l’attenzione delle autorità locali sulle proprie problematiche abitative. Spesso, anzi spessissimo, si rivolge ai servizi sociali.

Sposato, con figli e una moglie in difficili condizioni di salute, non ha un’abitazione mentre è tra i primi in graduatoria per l’assegnazione di una casa popolare, che non arriva mai.

Un dramma umano e sociale. Ma ora,a causa della sospensione e del rinvio dell’assise, dovrà rispondere di interruzione di pubblico servizio. E nel fuggi fuggi generale,martedì sera,qualcuno si è anche ferito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400