Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Santa Scolastica, Macchitella rassicura. In arrivo 18 medici e...

Il Santa Scolastica di Cassino

0

Bambino ustionato, è grave. Comunità sotto choc

Piedimonte San Germano

Gioca in cucina e si rovescia l’acqua bollente addosso. Grave un bambino di due anni del Cassinate, ricoverato al “Gemelli” di Roma con ustioni di secondo grado sulle mani, sulle braccine, sul torace e sul volto. Il piccolo, ventiquattro mesi appena, è arrivato intorno alle ventitré della notte scorsa al pronto soccorso dell’ospedale “Santa Scolastica” di Cassino, accompagnato dalla sua mamma. Dolorante il bambino, preoccupata e giustamente in ansia la madre.

Preso immediatamente in cura dai sanitari del pronto soccorso, il bambino è stato stabilizzato, quindi è stato disposto il suo trasferimento in elicottero al policlinico “Gemelli” di Roma, che è specializzato proprio nelle ustioni di questo genere su neonati. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il piccolo si sarebbe rovesciato una pentola d’acqua bollente addosso per sbaglio, quindi le urla di dolore avrebbero richiamato l’attenzione della madre, che era in casa con lui, in un’abitazione alla periferia di Cassino, ai confini con il comune di Piedimonte San Germano.

E’ seguita l’immediata corsa in ospedale, dove il neonato è arrivato in codice rosso. Dopo i primi accertamenti al pronto soccorso del “Santa Scolastica”, che hanno valutato l’entità delle ustioni di secondo grado sul corpo del piccolo, alle mani, al torace, sulle braccia e, in parte, anche sul viso, i medici hanno repentinamente proceduto alla stabilizzazione delle sue condizioni cliniche e alla preparazione perché fosse trasferito nella capitale. Dopo mezzanotte, infatti, dalla pista del Santa Scolastica è decollato l’elicottero del servizio di emergenza sanitaria del 118 che ha portato il bambino di due anni al “Gemelli”.

Là, il piccolo si trova tuttora ricoverato. Una volta superata la fase critica delle prime quarantotto-trentasei ore, sarà possibile valutare la gravità dei danni provocato dall’acqua bollente sul corpicino del bimbo. Intanto, non sarebbero in corso accertamenti da parte delle forze dell’ordine, né sarebbero state registrate denunce in merito alla vicenda. Un brutto incidente casalingo che ha scosso i conoscenti e i vicini della famiglia e che ha commosso l’intero Cassinate, che si stringe intorno al bambino, nella speranza che le sue condizioni possano presto migliorare, senza lasciare segni della drammatica avventura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400