Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Svaligiano l'istituto mentre le suore sono a cena
0

L'istituto delle Figlie di Nostra Signora al Monte Calvario va all'asta

Pontecorvo

L’istituto delle Figlie di Nostra Signora al Monte Calvario di Pontecorvo finisce all’asta giudiziaria. Un vero e proprio fulmine a ciel sereno che ha colpito la città fluviale e che rischia di veder scomparire una istituzione storica di questo territorio. Nelle ultime ore i telefoni sono diventati roventi, in particolar modo tra i genitori degli alunni della scuola materna che quotidianamente frequentano la struttura.

I fatti

La bomba è esplosa nella serata di venerdì quando si è saputo che la struttura era stata messa all’asta giudiziaria con provvedimento datato 19 novembre 2015. Alla base di questo atto ci sarebbero i debiti che la congregazione, a livello nazionale e non locale, ha maturato. Una soglia debitoria che ha fatto finire all’asta giudiziaria diverse strutture appartenenti alla congregazione delle Figlie di Nostra Signora al Monte Calvario. Tra queste è stato incluso anche l’isti - tuto di via XXIV Maggio a Pontecorvo. La base dell’asta è stata fissata a 1 milione e centomila euro. Una cifra imponente per una struttura che può contare su una superficie complessiva di ben 2480 metri quadrati divisa in diversi livelli e con tanto di area esterna. La prima seduta dell’asta si è tenuta, ma è andata deserta. Pericolo scampato? Non esattamente. Infatti si attende di conoscere la prossima data dell’asta pubblica.

Le reazioni

La notizia della messa all’asta dell’istituto delle Figlie di Nostra Signora al Monte Calvario ha lasciato senza parole i tanti cittadini che hanno sempre visto quest’istituzione come un caposaldo della storia pontecorvese. I primi a preoccuparsi fortemente sono stati i genitori dei bambini che quotidianamente frequentano la scuola materna. Bambini che provengono non solo da Pontecorvo, ma anche dai comuni limitrofi. Nel corso degli anni intere generazioni sono state formate dalle suore dell’istituto. Insegnamenti rigorosi che hanno permesso ai piccoli di avere una preparazione di primo livello. I genitori, ora, sono preoccupati. Anche perché, se la prossima seduta dell’asta pubblica dovesse trovare un acquirente, si potrebbe delineare anche la chiusura dell’istituto e, quindi, della scuola.

Una ipotesi che in tanti sperano di scongiurare e, anche per questo, sono pronti a chiedere l’intervento delle massime autorità ecclesiastiche. Intanto le suore preferiscono non rilasciare dichiarazioni. Come nella loro consuetudine continuano la propria attività quotidiana prendendosi cura dei loro bambini con dedizione e passione. Bambini che, attraverso i loro sguardi e i loro sorrisi, fanno comprendere come le suore siano diventate dei punti di riferimento per la loro vita. Ora, però, tutto potrebbe cambiare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400