Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Sabato 10 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Sospetto di pozzi inquinati vicino alla Viscolube: il sindaco vieta l'uso dell'acqua
0

Sospetto di pozzi inquinati vicino alla Viscolube: il sindaco vieta l'uso dell'acqua

Ceccano

L’inquinamento a Ceccano non arriva solo dall’aria (a causa delle concentrazioni di polveri sottili da record che ci hanno fatto diventare la maglia nera della regione), ma anche dall’acqua.

A dirlo è un’ordinanza, di quelle pesanti, firmata nella giornata di oggi dal sindaco Caligiore.

Nell’ordinanza numero 41 dell’8 aprile si legge in oggetto: «Analisi delle acque di 5 pozzi privati e divieto cautelativo e temporaneo di attingimento di acqua a scopo potabile, per produzione alimentare, irriguo e zootecnico, dai pozzi privati siti nel territorio di Ceccano, nel raggio di 500 metri dallo stabilimento Viscolube srl».

Tradotto: le acque dei pozzi potrebbero essere inquinate.

Il sindaco Caligiore ha ritenuto, dunque, al fine di preservare la salute dei cittadini di vietare l’attingimento delle acque dai 5 pozzi privati che ricadono nella zona a rischio e che la ripresa dell’attingimento "sarà subordinata ai risultati del monitoraggio tuttora in corso relativo alle acque di falda, scaturito in seguito alla comunicazione dell’Arpa Lazio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400