Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Mercoledì 07 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Giovane ciociaro in videoconferenza da San Diego per illustrare la sua app

Un momento della videoconferenza al

0

Giovane ciociaro in videoconferenza da San Diego per illustrare la sua app

Sora

In videoconferenza da San Diego per spiegare agli studenti di Sora come è nata l'idea di una nuova app che permette di trovare amici quando sei all'estero. Pompilio Fiore, trentaduenne originario di Casalvieri, ha interagito questa mattina con i ragazzi dell'istituto d'arte "Antonio Valente" di Sora, che hanno avuto la possibilità di conoscere la sua vita e il suo lavoro. Il giovane è in America da 4 anni e ora vive in California. Dopo un intenso periodo passato tra scuole di lingua e Campus universitari, si avvicina al mondo della tecnologia  entrando sempre di più in contatto con l’ecosistema startup locale. 

Design, marketing, leadership sono le gli aspetti, parallelamente al business, sui quali lavora di più. Dopo quattro anni di lavoro intenso, dalle aule del Valente a Sora sono partiti i lavori di pre-lancio della versione iOS di iinkling app attraverso un collegamento video in diretta da San Diego: Fiore, parlando di sé e della sua esperienza di lavoro oltreoceano, ha affascinato i ragazzi incuriositi all'app presentata. Da qui seguiranno una serie di laboratori con un gruppo selezionato di studenti: "La sfida-afferma Fiore-è quella di coinvolgere in maniera attiva un team di studenti per condividere le idee ed arrivare al lancio dell’applicazione in Italia in un modo sperimentale. Cooperato".

In questa fase del progetto, il  ragazzo di Casalvieri si accingerà a presentare  "iinkling": un’app per iOS che ti permette di trovare nuovi amici quando arrivi in un posto dove non ne hai. Funziona in maniera veloce, divertente e senza secondi fini. Nasce da una esperienza vissuta negli Stati Uniti, dove la difficoltà nel fare nuove amicizie è un dato di fatto, ma anche dove la generazione 2.0 usa con disinvoltura i nuovi mezzi a sua disposizione. "Siamo doppiamente orgogliosi di questa attività - ha dichiarato il vice preside del "Valente", Paolo Ianni -. In primis  perché siamo la prima scuola in Italia a presentare il progetto e ad avere un'alternanza scuola-lavoro con un'azienda oltreoceano. Secondo motivo è che il fondatore dell'azienda è stato un nostro studente, mio alunno. Il messaggio che vogliamo far passare ai ragazzi è che il lavoro che costruiamo a scuola rappresenta un mattone per l'attività futura, utilizzare bene le risorse e le competenze che offre la scuola per edificare un domani lavorativo dei più splendenti". Pompilio tornerà in Italia la prossima settimana.

Nel video, Pompilio Fiore illustra la sua app agli studenti dell'istituto "Valente" di Sora

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400