Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Domenica 04 Dicembre 2016

Meteo Frosinone









Atterra sull'albero con il parapendio: il miracolato è un cinquantunenne

L'uomo ha dovuto attivare il paracadute d'emergenza

0

Atterra sull'albero con il parapendio: il miracolato è un cinquantunenne

Picinisco

Si lancia con il parapendio da Monte Cavallo, ai Prati di Mezzo, una zona di confine tra Picinisco e San Biagio Saracinisco. Mentre è in volo, però, qualcosa va storto: si accorge di avere un problema con la vela. E' costretto ad aprire il paracadute di emergenza ma atterra su un grosso albero e resta impigliato. La disavventura vede come protagonista un cinquantunenne di Roma, Andrea Cappabianca che, però, non si perde d'animo. Fortunatamente nell'impatto non resta ferito. Riesce a trovare il cellulare nella tasca e a chiedere aiuto. Immediatamente si mette in moto l'imponente macchina dei soccorsi: i carabinieri di Picinisco, coordinati dalla Compagnia di Cassino agli ordini del maggiore Silvio De Luca; i vigili del Fuoco del Distaccamento di Sora, un'ambulanza del 118 partita dalla postazione di Atina. Ma, per arrivare nel punto dove è caduto Andrea, e liberarlo da lacci, tele, rami e fogliame è necessario l'intervento del Soccorso Alpino italiano. Una mobilitazione generale che, dopo ore, riesce a dare i suoi frutti: i mezzi, però, arrivano solo fino a un certo punto. Poi si deve proseguire a piedi. Lunghe, difficili, estenuanti le operazioni per riportare a terra il cinquantunenne che, in tutto questo, si dice un miracolato. Una volta giù dall'albero altrettanti chilometri di cammino, nel buio della notte, prima di arrivare ai mezzi. Un atterraggio da brivido, un'impresa eroica da parte degli uomini del Soccorso Alpino e una tragedia sfiorata che Andrea, oggi, può raccontare.